CAOS CATANZARO | Tassone: «Fermare la proclamazione»

Continuano i colpi di scena nella travagliata vicenda delle elezioni comunali di Catanzaro. A chiedere di bloccare la proclamazione degli eletti è questa volta il vicepresidente dell`Udc Mario Tassone. A…

Continuano i colpi di scena nella travagliata vicenda delle elezioni comunali di Catanzaro. A chiedere di bloccare la proclamazione degli eletti è questa volta il vicepresidente dell`Udc Mario Tassone. A far scattare la protesta del parlamentare è l`esclusione dal consiglio comunale del giovane collega di partito Roberto Rizza. La commissione elettorale ha deciso per l’applicazione di una circolare che modifica anche il senso dell’assegnazione dei seggi alla minoranza previsto dall’articolo 73 del testo unico degli enti locali. Alla maggioranza, secondo la  decisione dell`ufficio elettorale, spetterebbe un seggio in più rispetto ai 19 inizialmente conteggiati. Quindi Rizza deve cedere il posto al primo dei non eletti della lista “Per Catanzaro” Ciciarello. Mario Tassone ritiene, però, che «l`orientamento della commissione elettorale sia errato in merito al sistema adottato». «Ciò si evince anche – aggiunge – da una costante dottrina e dalla sentenza 951 del 10 ottobre 2007 del Tar Puglia. Essa sostiene, ai sensi dell`articolo 73 comma 8 e 9 del Testo Unico enti locali, che nei comuni con più di 15 mila abitanti i seggi vadano ripartiti, tramite il metodo d`Hondt, prima tra i gruppi di lista e poi all`interno di ciascuna lista». «Sarebbe pertanto opportuno – conclude Tassone – che la proclamazione degli eletti al comune di Catanzaro venisse procrastinata per un sereno accertamento».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto