«Calabria Verde ripartirà dagli ex lsu-lpu» – VIDEO

LOCRI È toccato ai lavoratori forestali dell’area sud della Calabria incontrare, sabato mattina a Locri, il presidente della Regione Mario Oliverio e il commissario straordinario di Calabria Verde, Aloisio Mariggiò….

LOCRI È toccato ai lavoratori forestali dell’area sud della Calabria incontrare, sabato mattina a Locri, il presidente della Regione Mario Oliverio e il commissario straordinario di Calabria Verde, Aloisio Mariggiò. Il rilancio del settore e la riorganizzazione di Calabria Verde sono stati i temi caldi dell’incontro all’interno dell’affollata sala del Pala Cultura. Investimenti che diventeranno reali grazie ai 130 milioni di euro messi a disposizione dal governo centrale e ai quali si sommeranno i 70 della Regione Calabria.

MARIGGIÒ: RIORGANIZZEREMO CALABRIA VERDE CON GLI EX LSU-LPU La situazione di Calabria verde è stata illustrata da Mariggiò, che ha voluto anche anticipare come nel prossimo mese di dicembre anche la vertenza dei capi operai e dei capi squadra sarà definitivamente chiusa. «Quello che vi spetta – ha detto rivolgendosi ai lavoratori – è stato già messo al sicuro da diverso tempo».
«Il mio auspicio è che ora l’azienda cominci a prendere una piega diversa perché c’è bisogno di una manodopera di un certo livello. Ad oggi – spiega Mariggiò – c’è gente che non si presenta neppure a lavoro». Il commissario ha voluto anche sottolineare come, nonostante le difficoltà, «tanti ottimi risultati sono stati raggiunti». Prima di concludere il suo intervento, Mariggiò, ha annunciato che la riorganizzazione partirà dall’inserimento degli ex lsu-lpu. «Sono risorse importanti – ha commentato Mariggiò -. Non si può concepire che ci siano ancora persone che arrivate a una certa età, siano ancora precarie e senza un minimo di contributi che possano garantire loro una vecchiaia dignitosa».

OLIVERIO: IMMAGINE DELLA FORESTAZIONE SFREGIATA PER TROPPO TEMPO Il presidente Oliverio, fin dalle prime battute, ha spiegato il motivo della convocazione dell’assemblea: «Lo abbiamo fatto – ha esordito – perché è necessario che ci sia un confronto aperto e diretto con i lavoratori della forestazione. Quando ho contattato Mariggiò per assumere l’incarico di commissario straordinario di Calabria Verde, l’ho fatto durante un momento delicato e, nello specifico, prima delle conseguenti attività e iniziative giudiziarie che hanno interessato il management aziendale». «Ringrazio Mariggiò per aver accolto il mio invito – ha proseguito Oliverio -. L’intento preciso a cui è stato chiamato, ha riguardato l’avvio di un’opera di riordino e di trasparenza di un ente di strategica importanza per la nostra Regione. Per un lungo periodo è stata sfregiata l’immagine della forestazione».

IL RILANCIO DEL SETTORE Saranno all’incirca 200 i milioni messi a disposizione, dalla Regione Calabria e dal governo centrale, per far ripartire la forestazione. «Nel corso di questi anni – ha evidenziato Oliverio – abbiamo provveduto, con tanti sacrifici, a garantire ogni fine mese il pagamento dei salari ai forestali perché chi lavora ha diritto di essere retribuito». «È arrivato ora il momento che Calabria Verde sia ricondotta alle sue precipue funzioni. Per rilanciare questo progetto dobbiamo recuperare credibilità. È una battaglia per il nostro territorio e nell’interesse di tutti». «Bisogna reagire, perché questo è il modo migliore per costruire il futuro dei propri figli. Queste energie e queste risorse – ha concluso Oliverio – se messe in atto, possono rappresentare un pilastro importante per una nuova Calabria. Chi ama il proprio territorio, non può rimanere inerte rispetto alla sfida che ci siamo prefissati».

Francesca Cusumano 
redazione@corrierecal.it