“Dioniso”, chiesta la conferma delle condanne contro i Cerra-Torcasio-Gualtieri

Requisitoria del procuratore generale nel processo d’Appello scaturito dall’inchiesta che nel gennaio del 2018 ha smantellato tre piazze di spaccio di Lamezia

CATANZARO Ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado, emessa con rito abbreviato, il procuratore generale della Corte d’Appello di Catanzaro nel corso della requisitoria relativa al processo “Dioniso”, nato dall’operazione portata a termine contro la cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri il 31 gennaio 2018 dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme e dal Nucleo investigativo di Catanzaro, coordinati dalla Dda del capoluogo. Con questa operazione le forze dell’ordine avevano smantellato le tre piazze di spaccio della cosca: su via Trempa, nel quartiere Capizzaglie e nell’assembramento di case detto “Ciampa di cavallo”. Sul mercato venivano immesse cocaina, eroina e marijuana. Attraverso il controllo dello spaccio e dei tossicodipendenti, il clan riusciva, secondo l’accusa, a controllare il territorio. Le fonti di approvvigionamento della droga erano la zona Ionica del Reggino e la Puglia, attraverso canali albanesi. In primo grado, il 5 dicembre 2018, il gup ha condannato Nino Cerra a 14 anni di reclusione; Pasquale Torcasio cl. ’69, 14 anni; Vincenzo Torcasio, 14 anni; Pasquale Torcasio cl ’80, 14 anni; Antonio Gualtieri, 14 anni; Pasquale Carnovale, 14 anni; Cesare Gualtieri cl. ’69, 14 anni; Cesare Gualtieri cl. 78; 4 anni e 40mila euro di multa; Nicola Gualtieri, 14 anni e 6 mesi Sebastiano Strangio; 10 anni e 4 mesi; Danilo Torcasio, 16 anni; Francesco Tropea, 7 anni e 6 mesi; Luca Torcasio, 16 anni; Giuseppe Gullo, 14 anni e 4 mesi; Ivan Matti Altadonna, 7 anni e 6 mesi; Silvia Mascaro, 8 anni; Estino Teresa, 8 anni e 6 mesi; Antonio Torcasio, 8 anni e 2 mesi; Fiorino Salvatore, 10 anni; Larosa Gaetano, 8 anni; Stefano Frangione, 8 anni; Concetto Pasquale Franceschi, 8 anni e 5 mesi; Antonio Franceschi; 8 anni e 2 mesi; Antonio Salatino, 8 anni; Pasquale Salatino, 8 anni; Aurelio Scalise, 8 anni; Antonio Grande, 4 anni; Luciano Torcasio, 7 anni e 4 mesi; Danilo Fiumara, 4 anni e 40mila euro di multa; Giuseppe Dattilo, 10 anni.
Il gup assolse Lorenzo Cosentino, Vincenzo Ammendola, Eljon Hoxhaj, Antonio De Fazio, Angela Patruno, Maurizio De Fazio, Pasquale Tedesco, Giovanni Pujia. Nel collegio difensivo, tra gli altri, gli avvocati Antonio Larussa, Francesco Gambardella, Lucio Canzoniere, Salvatore Cerra, Renzo Andricciola, Gianluca Careri e Veneziano. (ale.tru)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto