“Ussia infame, uomo morto”. Minacce al sindaco di Guardavalle

La frase è apparsa su un muretto lungo la strada provinciale 143. Indagano i carabinieri. Nel centro del Catanzarese il caso della statua donata dalla famiglia Gallace e poi rimossa. La solidarietà del Pd: «Si inserisce in un clima di tensione che intessa la comunità locale»

GUARDAVALLE “Ussia infame, uomo morto”: la scritta, affiancata da una croce, è apparsa su un muretto lungo la strada provinciale 143 del centro jonico catanzarese, nella località montana Elce della Vecchia, in passato teatro di faide di ‘ndrangheta. È la Gazzetta del Sud a dare notizia delle minacce ricevute dal sindaco di Guardavalle. Giuseppe Ussia si è rivolto ai carabinieri per denunciare i fatti. E sono partite le indagini per tentare di individuare i responsabili. La minaccia è stata rimossa ma il segnale inquietante rimane. Guardavalle era finita nella bufera nelle scorse settimane dopo un servizio di Striscia la Notizia riguardante il caso  della statua raffigurante il santo patrono di Guardavalle Sant’ Agazio donata al Comune dalla famiglia Gallace. Il servizio trasmesso riprendeva le dichiarazioni fuori onda “carpite” al sindaco, con le quali Ussia esprimeva timori sulla sua incolumità nel caso in cui avesse rimosso la statua “ingombrante”. Come in effetti è avvenuto qualche giorno dopo.
PD: «SI INSERISCE IN UN CLIMA DI TENSIONE» «Il Partito democratico esprime la propria solidarietà al sindaco di Guardavalle, Giuseppe Ussia oggetto, nelle scorse ore, di pesanti minacce». Così in una nota di Giovanni Puccio, responsabile organizzativo Pd Calabria, i dem commentano quanto accaduto nel centro catanzarese. «L’episodio – aggiunge – si inserisce in un clima di tensione che da alcune settimane interessa la comunità tutta e aumenta le preoccupazioni circa la libera determinazione e azione, nell’interesse collettivo, delle istituzioni democratiche. L’inequivocabile minaccia di morte rivolta al sindaco Ussia, apparsa in maniera volutamente eclatante su un muro del centro ionico, ferisce e preoccupa la laboriosa collettività di Guardavalle che nulla a che spartire con quanti fanno della tracotanza l’espressione più evidente del potere criminale».
«Il Pd ribadendo la vicinanza al sindaco e ai cittadini di Guardavalle – conclude la nota – interesserà i suoi rappresentanti istituzionali affinché venga garantita la massima attenzione al territorio e vengano prese le necessarie iniziative per restituire tranquillità all’intera comunità».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto