Vita in America, cuore in Calabria. Il ritorno di John Rizzo a Platania

Incontro con gli studenti e con Franco Laratta, autore di “Vantativinne”. «La Calabria è ricca, ed è la terra del futuro»

PLATANIA È venuto dall’America per incoraggiare i ragazzi del suo paese, Platania, sulla montagna che sovrasta Lamezia.
John Rizzo, nato in America da genitori calabresi, torna ogni tanto in Calabria perché ama questa terra, qui ha comprato casa, qui vuole impegnarsi per dare ai giovani calabresi una speranza. Così gli studenti delle scuole del luogo si sono ritrovati presso il Parco culturale “Felice Mastroianni” di Platania, alla presenza del sindaco Michele Rizzo, che ha fatto gli onori di casa e ha condiviso e sostenuto il progetto di John.
L’Italo-americano Rizzo ha voluto regalare ad ognuno degli studenti una coppia di “Vantativinne” il libro di Franco Laratta che lui ha scoperto grazie a Facebook: «È un libro che dà speranza, e voi non dovete perdere la speranza perché ci sono giovani calabresi che ce l’hanno fatta, che hanno reagito, che hanno saputo investire sui propri talenti».
John ha voluto sottolineare come il lavoro di Franco Laratta appassiona e convince perché racconta le storie belle della Calabria che non si arrende. Rizzo è nato nel 1955 a Philadelphia, la città più grande della Pennsylvania, rinomata per la sua ricca storia, di cui fanno parte la Liberty Bell e l’Independence Hall (dove furono firmate la Dichiarazione di Indipendenza e la Costituzione) e altri luoghi importanti per la Rivoluzione americana. Sin da bambino ha lavorato con il papà in un vivaio di eccellenza, pluripremiato. Poi è divenuto controllore di qualità per software. La sua vita in America, il suo cuore in Calabria. Quando poteva faceva sempre un salto nei paesi d’origine dei genitori, prima di tutto Platania. Ha partecipato ai lavori l’Autore del libro, Franco Laratta, che ha voluto ringraziare John Rizzo per il suo amore per la nostra terra. Quindi il suo appello: «In Calabria si può e si deve costruire il futuro delle nuove generazioni, perché questa è la nostra terra. Non lasciatevi affascinare da slogan vuoti e deleteri, perché non è vero che qui siamo senza prospettiva, perché la Calabria è una terra ricca, ma non lo sa di esserlo, perché la Calabria è la terra del futuro, per la sua posizione strategica nel Mediterraneo, perché è la porta dell’Europa».
Parole di ringraziamento sono state espresse dal sindaco Michele Rizzo, che ha parlato delle bellezze del luogo, della necessità di fare rete per promuovere i capolavori dell’arte, della cultura e della storia della Calabria. Hanno preso parte al dibattito anche i docenti della scuola che hanno voluto dare ai ragazzi la possibilità di conoscere le storie dei giovani calabresi che sono riusciti nel loro intento, hanno creato impresa, hanno sviluppato lavoro.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto