L’associazione “Assoagry” ripercorre un anno di impegno

La mission dell’ente del terzo settore è portare aiuto e sostegno alle famiglie disagiate del territorio ed opera nei comuni di Amato, Marcellinara, Miglierina, Tiriolo e Settingiano

AMATO L’associazione Assoagry E.T.S. presenta oggi, nella Sala consiliare del Comune di Amato, il bilancio sociale delle attività svolte nel corso del 2019 e le proposte di attività per il 2020 ai Comuni con cui collabora ed ai soci sostenitori.
La mission di Assoagry è portare aiuto e sostegno alle famiglie disagiate del territorio ed opera nei comuni di Amato, Marcellinara, Miglierina, Tiriolo e Settingiano.
Assoagry Ets è organizzazione di volontariato alla quale danno vita 7 soci fondatori nel 2005, nel 2012 firma la prima convenzione, da allora sempre rinnovata con il Banco Alimentare.
Nel corso degli anni Assoagry ha visto un notevole incremento di utenti assistiti e anche per via della crisi e per l’incremento del precariato nel Catanzarese, Assoagry ha raggiunto una copertura di 100 famiglie assistite, per un totale di 500 persone assistite tra bambini, ragazzi, adulti e anziani.
L’aiuto di Assoagry alle famiglie si traduce nella distribuzione mensile di un pacco alimentare di Kg. 1.500/2000 donato dal Banco Alimentare; una consegna giornaliera di Kg. 50 di alimenti freschi a breve scadenza donati dalla Iper Coop di Montepaone; ogni venerdì, sabato e domenica la distribuzione di Kg.500/1000 di ortofrutta donata dal Mercato Generale Ortofrutticolo di Germaneto. Per un totale nel 2019 di più di 60 tonnellate di alimenti. In questo modo Assoagry partecipa attivamente sull’abbattimento dello spreco alimentare.
Alle famiglie assistite viene inoltre offerta la possibilità di approvvigionarsi ad un magazzino dove trovano vestiti, suppellettili e mobili usati. Nel 2019 sono stati distribuiti più di 5.000 tra oggetti, vestiti usati, articoli di prima infanzia e altro.
Oltre ai beni l’associazione, grazie all’attivismo della sua Presidente, Nancy Aranzales e di tutti i soci, ha avviato una serie di rapporti di collaborazione per garantire alle famiglie ed alle persone sole servizi e accompagnamento alla riconquista dell’autonomia e per il mantenimento di una vita familiare e sociale di qualità.
A tale scopo l’associazione ha attivato una collaborazione con due legali- un avvocato penalista ed un esperto di diritto civile – ed ha offerto ai propri assistiti alcuni servizi legali, i due legali questi hanno messo gratuitamente a disposizione delle famiglie le proprie competenze.
Ha attivato una collaborazione con un CAF ed oggi le famiglie attraverso l’associazione possono usufruire di servizi fiscali gratuiti.
Con la Fondazione Ponterio, che contribuisce alle attività di Assoagry, nel mese di settembre offre alle famiglie con bambini e ragazzi in età scolare un kit scuola ed organizza diversi progetti per i ragazzi più piccoli durante l’anno.
Assoagry organizza periodicamente iniziative volte a favorire l’aggregazione tra famiglie italiane e straniere per la lotta alla marginalità, tra queste iniziative ricordiamo con i pranzi solidali, che sono organizzati per gruppi di massimo 50 famiglie per volta e la “La Befana Solidale” per i bambini dell’associazione, ed i compleanni dei bambini.
L’Associazione infine in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Amato da tre anni realizza inoltre un progetto di Arte Terapia dedicato agli anziani del comune, per favorire il benessere dei partecipanti che partecipando alle attività contemporaneamente portano un contributo all’associazione.
L’Associazione si autofinanzia tramite campagne estive e invernali di raccolta fondi organizzate col proprio stand durante le feste nei comuni con cui collabora e in altri comuni e può contare sul supporto economico di quasi 100 Soci Sostenitori che, con la tessera annuale finanziano le attività dell’associazione.
Ogni anno Assoagry si prefigge nuovi obiettivi, per il 2020 l’obiettivo di Assoagry, oltre a proseguire nelle attività avviate, si propone di accompagnare le famiglie nella conduzione di orti solidali in cui produrre verdure per l’autosostentamento e, per meglio servire le famiglie e veicolare la circolazione dei beni prodotti dai diversi nuclei familiari, si propone di acquistare un nuovo furgone, anche valutando l’opportunità di ricorrere al crowfunding







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto