Lamezia, terminati i lavori all’istituto “Da Vinci”

Il nuovo edificio è composto da 14 aule, oltre che di un’aula magna, per un totale di circa mille metri quadri su due livelli, più un piano seminterrato. Ad effettuare il sopralluogo anche il presidente della Provincia, Enzo Bruno: «Oggi scriviamo una pagina importante per l’edilizia di questa città»

CATANZARO Un caldo giallo e un intenso azzurro: sono questi i colori che accoglieranno gli studenti dell’Istituto professionale per l’Industria e l’artigianato “Leonardo da Vinci” di Lamezia Terme nel nuovo edificio che da questa mattina è nella disponibilità di ragazzi e docenti, in seguito al completamento dell’ampliamento dell’Istituto guidato dalla dirigente scolastica Fiorella Careri. Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, accompagnato dal dirigente del settore Edilizia scolastica architetto Pantaleone Narciso, e dai tecnici – tra questi il responsabile del procedimento, architetto Francesco Romeo, l’ingegnere Antonio Leone e il direttore operativo e sicurezza architetto Salvatore Cerullo – ha effettuato un sopralluogo prima della consegna ufficiale del Corpo B. Il nuovo edificio è composto da 14 aule, oltre che di un’aula magna, per un totale di circa mille metri quadri su due livelli, più un piano seminterrato. Un importante investimento quello per il progetto principale, redatto dall’architetto Narciso, che vede una spesa complessiva di 800 mila euro. Tra gli interventi realizzati (i lavori sono stati affidati alla Ru.Co. srl): le finiture interne ed esterne dell’intero corpo di fabbrica, compreso il sistema di isolamento a cappotto; gli impianti di riscaldamento a pavimento radiante, idrico sanitario e idrico antincendio. Realizzati ancora: l’allarme antincendio; la videosorveglianza esterna e l’allarme anti-intrusione; l’impianto fotovoltaico (che arriva a produrre circa 20 chilowatt); l’impianto solare termico per la produzione di acqua calda.
«Oggi scriviamo una pagina importante dell’edilizia scolastica nella città di Lamezia Terme – ha affermato il presidente della Provincia, Bruno –. Questo istituto attendeva di essere completato dal 2006, finalmente superiamo questa incompiuta e mettiamo in linea questa scuola agli altri istituti della provincia dove viene garantita sicurezza e fruibilità ai nostri studenti. L’Ipsia era uno degli istituti che presentava criticità ben definite, e finalmente abbiamo superato le varie difficoltà e siamo arrivati alla consegna per permettere alla preside di trasferire quanto prima le classi dal precedente plesso alle nuove aule. Abbiamo anche già previsto 250mila euro di investimento per la messa in sicurezza delle attuali zone di lezione, così come arriveranno anche i nuovi arredi, è già stata espletata la gara – spiega ancora il presidente Bruno -. A tutto questo aggiungeremo un ulteriore finanziamento di 1.600.000 euro in fase di sottoscrizione con la Regione Calabria per mettere mano in modo deciso su questa scuola entro l’inizio del prossimo anno scolastico. Lamezia per la provincia di Catanzaro deve diventare un polo di eccellenza per l’edilizia scolastica: stiamo provando a mettercela tutta e lo dimostra anche il progetto di abbattimento, che dovrebbero partire entro l’anno, e ricostruzione di un intero edificio in programma per il liceo Campanella, per il quale abbiamo ottenuto un finanziamento da 7.200.000 euro. Gli studenti che entrano nelle nostre scuole – ha concluso il presidente Bruno – devono sicuri: anche in questa fase di crisi ed incertezza per tutte le province italiane ogni intervento deve essere programmato ed eseguito al meglio non senza difficoltà».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto