«Siamo tutti Markovic», Catanzaro dice no al razzismo

Associazioni e rappresentanti istituzionali presenti al PalaPulerà per esprimere solidarietà al giovane cestista serbo insultato da un avversario

CATANZARO  “No a tutti i razzismi”. Con questo slogan la Catanzaro sportiva (e non solo sportiva) ha espresso solidarietà al giovane giocatore di basket Nikola Markovic, 18enne di nazionalità serba in forza alla “Mastria Vending Catanzaro” Under 18 Eccellenza, che domenica scorsa, nel corso di una sfida in casa del “Cus Bari”, è stato oggetto di insulti razzisti da parte di un avversario, sospeso poi dalla sua società pugliese. Markovic, la cui vicenda è finita anche sui principali organi di informazione nazionale, ha indossato la fascia di capitano del team catanzarese nella sfida contro “Vivi Basket Napoli”. Al PalaPulerà di Catanzaro sono state presenti molte associazioni sportive e di volontariato del capoluogo e molti tifosi, oltre a rappresentanti delle istituzioni cittadine e provinciali: tutti gli atleti tesserati del network “Planet” che comprende anche la squadra giovanile hanno, tra l’altro, colorato gli spalti del palazzetto indossando le rispettive divise sociali, mentre alcuni bambini hanno esposto uno striscione con la scritta “Siamo tutti Nikola Markovic”. Il presidente della “Mastria Vending”, Salvatore Procopio, ha così commentato: «Torniamo finalmente a giocare ed è la cosa più importante dopo quanto accaduto, che purtroppo non è una novità. Vogliamo rafforzare il messaggio per cui lo sport deve restare sport e il razzismo va sempre condannato e soprattutto contrastato. Noi – ha aggiunto Procopio – abbiamo sempre perseguito ll politica di aprirci agli stranieri, che sono una risorsa, e continueremo a farlo, perché per noi è normalità. Nikola ha superato il momento grazie anche alla nostra vicinanza e alla consapevolezza che si è trattato di un caso isolato. Tocca a noi impegnarci sempre e sempre di più affinché cose del genere non accadano più e si pensi al basket giocato». A rappresentare le istituzioni, tra gli altri, il presidente della Provincia e sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, il presidente del Consiglio comunale Marco Polimeni, l’assessore comunale Mimmo Cavallaro e i consiglieri comunali Nicola Fiorita ed Eugenio Riccio.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto