L’anomalia di De Andrè in scena al teatro comunale di Soverato

CATANZARO Vent’anni fa moriva Fabrizio De André, una delle voci più amate nel panorama della canzone d’autore internazionale. L’Italia intera lo sta ricordando con le iniziative più diverse: pubblicando nuove…

CATANZARO Vent’anni fa moriva Fabrizio De André, una delle voci più amate nel panorama della canzone d’autore internazionale. L’Italia intera lo sta ricordando con le iniziative più diverse: pubblicando nuove biografie o i diari inediti ma soprattutto offrendo concerti o spettacoli teatrali ispirati all’opera dell’artista genovese.
In Calabria, una delle proposte più originali e che finora ha incontrato un notevole successo di pubblico è “Come un’anomalia. Vent’anni senza Fabrizio De André”, che martedì 16 aprile, con inizio alle 21, andrà in scena al teatro Comunale di Soverato.
Lo spettacolo, scritto da Salvo Corea e Marcello Barillà e prodotto da Edizione Straordinaria-Compagnia del teatro di MU, ripercorre la discografia di De André attraverso i suoi brani più significativi e le tematiche sociali che hanno reso il suo messaggio popolare ma soprattutto sempre attuale.
Le canzoni, i cui arrangiamenti appaiono in qualche caso davvero sorprendenti, diventano in “Come un’anomalia” storia raccontata attraverso il trait d’union di testi originali o tratti dalla produzione di artisti del calibro di Giorgio Gaber o Pierpaolo Pasolini.
Dodici tra musicisti e attori danno vita così a due ore di spettacolo multiforme ma sempre godibile, nel quale non mancano delle vere e proprie raffinatezze, come la presenza di strumenti della tradizione musicale africana o sorprese, come la celebre Guerra di Piero, offerta in una suggestiva versione che riporta dritti al rock psichedelico degli anni settanta.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto