Emergenza sanità Calabria, domani tavolo sindacati-Speranza

L’annuncio del segretario generale della Cgil, Sposato, che poi invita la politica a «confrontarsi con le cose che si vogliono fare, non partendo dalle sole candidature». Il 4 dicembre Landini a Catanzaro

CATANZARO «Il tema del confronto con la politica in Calabria si fa con i contenuti delle cose che si vogliono fare per i calabresi, non partendo dalle sole candidature». Così il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato, intervenendo all’odierno comitato direttivo della confederazione regionale. «Domani – ha annunciato Sposato – avremo un incontro come Cgil, Cisl e Uil con il ministro della salute Roberto Speranza per la drammatica situazione sanitaria calabrese. Aspettiamo dai parlamentari calabresi il sostegno per gli emendamenti per la contrattualizzazione dei 4500 lavoratori ex Lsu Lpu calabresi, lo sblocco delle 5000 assunzioni di medici e infermieri per fare funzionare la sanità, la soluzione dei 600 lavoratori del pulimento scolastico che rischiano di perdere il lavoro, i tavoli sulle crisi aziendali delle aziende metalmeccaniche e del terziario, il precariato storico della Calabria. Il 3 dicembre – ha poi ricordato il segretario della Cgil calabrese – saremo in piazza sotto la Cittadella regionale per il finanziamento e il rinnovo dei contratti dei 7000 lavoratori forestali promesso e non mantenuto. Il 4 dicembre, a Catanzaro, terremo un grande attivo dei quadri e delegati con Maurizio Landini per il lavoro, la legalità per una Calabria libera». Sposato conclude: «I partiti di governo, invece di pensare alle corse solitarie, si impegnino, unitariamente, sulle responsabilità che hanno verso i cittadini calabresi».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto