Grazia ed eleganza per un balletto da favola al Politeama

Uno dei corpi di ballo più famosi al mondo porta a Catanzaro tutto l’incanto delle coreografie e dei costumi de “La Bella Addormentata” di Tchaikowsky

di Maria Rita Galati
CATANZARO Grazia ed eleganza per un balletto da favola. Uno dei corpi di ballo più famosi al mondo, il Balletto di San Pietroburgo, porta tutto l’incanto delle coreografie e dei costumi de “La Bella Addormentata” – celebre balletto musicato da Tchaikowsky – a Catanzaro per la vigilia della festa dell’Immacolata. Ci sono voluti due turni – alle 17.30 e alle 21 – per accontentare le richieste del pubblico del teatro Politeama ‘Mario Foglietti’, soprattutto delle aspiranti piccole ballerine che sono rimaste incantante con occhi sognanti davanti a tutù dai colori pastello, le scenografie maestose e avvolgenti, create appositamente per il tour italiano sulla base dei canoni artistici del grande Teatro Imperiale Russo. Le scenografie e le coreografie rispettano le regole tecniche e grafiche della classica produzione di Marius Petipa, impegnando a tal fine i migliori scenografi russi di questi ultimi anni. L’attuale direttore artistico della Compagnia è Timur Gareev, ex solista del Teatro dell’Opera e del Balletto di Kharkov.
I 38 ballerini provenienti dalle migliori accademie di danza di Mosca, San Pietroburgo, Ufa e Perm, vincitori di numerosi premi internazionali, hanno rappresentato sul palco del Politeama il massimo dell’espressione classica, in un clima di astrazione teatrale, con più risalto alla danza pura rispetto alle vicende narrativa.
Le vicende di Aurora, il principe Desiré e la fata dei Lillà tanto care ai più piccoli, si sono susseguite per due ore proiettando gli spettatori in una morbida dimensione sospesa, di quelle che danno il tepore delle serate in famiglia prima del Natale e la dolcezza dell’attesa del mattino della festa. Sono stati gli applausi a scandire il trascorrere lieve del tempo, evidenziando l’apprezzamento per l’esibizione di altissimo livello.
Il Balletto di San Pietroburgo “Classical Ballet Tradition” o anche anticamente chiamato “Balletto sul Neva” – storica compagnia privata fondata a San Pietroburgo nel 1877 – sicuramente non ha deluso le aspettative: grande tecnica e fine interpretazione per un susseguirsi di quadri perfetti ed affascinanti, deliziati da finale romantico arricchito da una sarabanda di personaggi fiabeschi, tratti da tutte le fiabe che si possa immaginare, da un simpaticissimo e ruffiano “Gatto con gli Stivali” che ammicca al pubblico, a “Cappuccetto Rosso” fino a “Cenerentola”. Alla tecnica eccellente, sia Malefica che Aurora affiancano una eloquente espressività che ha elevato il livello dell’esibizione corale. Uno spettacolo davvero di altissimo livello. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto