Volare in Calabria (a Natale) è un lusso per pochi

Raggiungere la nostra regione nelle festività ha un costo elevato. Reggio e Crotone tagliate fuori dalle rotte principali. Prezzi fino a circa mille euro per gli spostamenti da Bologna o Milano

LAMEZIA TERME Investimenti, slogan e proclami ma, in Calabria, la mobilità continua a rimanere un miraggio. Un problema che pare riacutizzarsi in prossimità delle festività natalizie e che incide notevolmente sui flussi turistici (e non solo) verso la nostra regione. Circostanza per la verità su cui già da settimane in molti hanno acceso i riflettori, da amministratori a sindacalisti. Tornare (o andare) in Calabria per Natale e Capodanno costa molto, troppo. Da una parte i problemi legati alle condizioni viarie – basti pensare alla Ss 106 – dall’altra quelli ferroviari. Per tutti il problema è evidente: troppo pochi i collegamenti e, soprattutto, troppo costosi i biglietti.

VIAGGIARE IN AEREO E poi ci sono gli aerei. Già perché in una regione come la Calabria che conta tre aeroporti dislocati peraltro in tre punti strategici come Reggio Calabria, Crotone e Lamezia Terme, il trasporto aereo dovrebbe rappresentare il principale mezzo di trasporto per raggiungere le nostre latitudini. Eppure sembra un privilegio riservato a pochi viaggiatori. È bastato fare un rapido controllo online – analizzando le principali rotte verso la Calabria – per accorgersi che raggiungere la nostra regione nel periodo natalizio è un lusso e, in tempi di spending review e reddito di cittadinanza, una soluzione impraticabile.

I COSTI Chi ad esempio vuole partire da Bologna e raggiungere in aereo Lamezia Terme il prossimo 21 dicembre e andare via il 2 gennaio, dovrà spendere non meno di 338 euro con Ryanair, 918 se si sceglie Alitalia. Se nello stesso periodo, invece, si parte da Milano per raggiungere lo scalo lametino, con le compagnie low cost, si raggiungono costi che vanno da circa 400 euro ad oltre 500, mentre con Alitalia servono non meno di 450 euro. Prezzi ben più alti poi se si parte da Zurigo, Berlino o Londra: nel primo caso si va dalle 700 euro con Ryanair fino a sfiorare mille euro con la compagnia italiana, per la città tedesca si tocca quota 1.272 euro mentre per partire dalla capitale inglese servono circa 700 euro.

REGGIO E CROTONE IRRAGGIUNGIBILI Più complicato del previsto raggiungere in aereo Reggio Calabria: da Berlino c’è un solo volo (Alitalia) e costa 736 euro, da Londra per decollare servono da 614 a 879 euro, da Zurigo 1.240 o 1.514. Cifre ragguardevoli anche per partire da Bologna o Milano: nel primo caso servono almeno 915 euro, nel secondo, per raggiungere in aereo la città dello Stretto, servono da 499 a 572 euro. Impossibile, infine, raggiungere in aereo Crotone: da Milano, Bologna, Zurigo, Berlino e Londra nessun volo è previsto verso lo scalo aeroportuale pitagorico nelle festività natalizie. Circostanza che taglia fuori quasi completamente Crotone dalle rotte turistiche invernali e che penalizza oltremodo chi ha intenzione di tornare per Natale dai propri cari. Nonostante gli sforzi fatti da Sacal, la società che gestisce attualmente tutti e tre gli aeroporti calabresi, le difficoltà sono ancora troppe. E anche se i numeri degli scali (soprattutto quello lametino) sono in crescita, i prezzi praticati dalle compagnie rendono difficile raggiungere la regione in periodi critici come quello delle festività natalizie. (gicu)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto