Menù di Capodanno a Km 0 all’Orso Cattivo in collaborazione con Pecco

La proposta, per salutare l’arrivo del nuovo anno, è etica, identitaria, sana e gustosa

CATANZARO L’utilizzo di prodotti agroalimentari di qualità è sempre più centrale per i consumatori calabresi che scelgono di premiare quei progetti che, nel settore della ristorazione, investono con determinazione in questa direzione virtuosa.
Percorso che il Gruppo Ristorart, attraverso e non solo il marchio PECCO – Piazza Etica Calabria Contadina, sta sperimentando quotidianamente in Calabria partendo da una selezione accurata delle materie prime, con prodotti a km0, stagionali ed etici nel rapporto con l’identità territoriale e il giusto prezzo di produzione, acquisto e vendita. A questo si aggiunge una rivisitazione e rielaborazione di pietanza tipiche e tradizionali per una cucina identitaria e moderna, sana e gustosa.
In questa chiave PECCO ha elaborato la proposta per il menu di Capodanno al Ristorante Orso Cattivo, alle porte del Capoluogo di Regione, con l’impiego di materie prime scelte con cura ed esclusivamente in Calabria. Nel menù di Capodanno dell’Orso Cattivo si potranno gustare: fritti di verdurine a km0 e stagionali (cima di rapa e cavolfiori, cipolla rossa di Tropea Igp e patate della Sila Igp) ed ancora preparazioni con all’intero riso di Sibari, ‘nduja e caciocavallo Silano Dop. A seguire verranno serviti: alici e puntarelle al profumo di bergamotto; riso di Sibari carnaroli con baccalà e tartufo bianco di Calabria; tortelli realizzati a mano con semola di grano duro di varietà Senatore Cappelli prodotta in Calabria, ripieni di ricotta d’Aspromonte, pesto di rape e liquirizia di Calabria Dop; “scottato” dello Ionio su primizie dell’orto e patate viola della Sila; lenticchie di Morano e cotechino artigianale. Per concludere: panettoni artigianali Calabresi, torroncini tipici e dolci di Natale della tradizione regionale serviti in un gran buffet di dolci. Il tutto chiaramente accompagnato da vini e spumanti rigorosamente calabresi.
I valori che si generano dall’utilizzo dei prodotti locali sono chiaramente notevoli: economico/etico (si crea ricchezza territoriale al giusto prezzo di filiera), ambientale (si inquina meno e si riduce notevolmente l’emissione di CO2), culturale/storico (ricerca, mantenimento della tradizione e della tipicità e della sopravvivenza delle comunità locali), salutistico (grazie al mantenimento inalterato delle proprietà organolettiche considerato il breve tempo dal raccolto alla consumazione). Con tale menù, pertanto, si offre una cena basata su materie prime tradizionali e sane dal gusto unico.
Il sold out di questa serata made in Calabria, di fine ed inizio anno al ristorante Orso Cattivo, è la conferma di quanto i consumatori calabresi apprezzino questa strada innovativa di sostegno al territorio ed all’economia calabresi attraverso la ristorazione di qualità, il rispetto della tradizione culturale e dell’ambiente, la produzione etica delle materie prime, in un’atmosfera conviviale, sobria ed amichevole.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto