Salvini: «Esterrefatto dalle parole di Callipo»

Il leader della Lega replica al candidato governatore: «Fa allusioni sulla vicinanza alla ‘ndrangheta da parte dei nostri alleati, ma lui è appoggiato dal Pd. E noi eravamo in piazza con Gratteri senza simboli di partito»

CATANZARO «Mi chiedevo dove fosse finito Callipo visto che dice di fare una battaglia per la Calabria ma in giro per la Calabria non si è visto». Matteo Salvini, in una dichiarazione divulgata dalla Lega Calabria, replica alle parola di Callipo, che ha sostenuto che il leader del Carroccio «dovrebbe stare a casa sua a farsi gli affari suoi perché noi in Calabria non abbiamo bisogno».
E dice di essere «esterrefatto ogni volta che fa allusioni sulla vicinanza alla ‘ndrangheta da parte dei nostri alleati, ma se lo ricorda che il Pd che lo appoggia è stato coinvolto in una delle operazioni di ‘ndrangheta più incredibili di sempre? Capiamo il suo imbarazzo, ma come può dirsi contento di essere appoggiato dal Pd che ha definito le inchieste di Gratteri “uno show” e dire al contempo che lui combatte la ‘ndrangheta? (a definire “uno show” l’operazione di Gratteri è stata la deputata pd Enza Bruno Bossio, dalla quale la segreteria nazionale e il commissario regionale dem hanno preso le distanze, ndr)».
«Venerdì – continua Salvini – ho incontrato Gratteri e ieri eravamo in piazza senza simboli di partito per sostenerlo. Il 26 gennaio manderemo a casa il suo caro PD e dimostreremo alla Calabria cosa voglia dire fare una guerra alla ‘ndrangheta altro che chiacchiere, ipocrisie e menzogne».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto