Corruzione in tribunale, Petrini interrogato per dieci ore

Nell’ambito dell’inchiesta “Genesi” l’ex presidente della Corte d’assise di Catanzaro sarebbe stato ascoltato il 25 e il 27 febbraio. Insieme al giudice avrebbe scelto di collaborare anche il medico di Castrovillari

L’ex presidente della Corte d’assise di Catanzaro, Marco Petrini, sarebbe stato ascoltato per dieci ore dai magistrati della procura di Salerno. E due sarebbero stati gli interrogatori: il 25 ed il 29 febbraio. Agli inquirenti guidati da Luca Masini, Petrini potrebbe aver parlato dei rapporti fra i giudici e gli avvocati, di processi “aggiustati”.
È quanto riporta questa mattina la Gazzetta del Sud, che riferisce anche come le ammissioni di colpa di Marco Petrini nell’ambito degli episodi contestati col provvedimento restrittivo emesso a gennaio, sono contenute negli interrogatori del 29 gennaio e del 5 febbraio scorsi.
Tra gli indagati dell’inchiesta “Genesi”, sfociata con l’arresto dell’ex presidente della Corte d’assise di Catanzaro, avrebbero scelto di collaborare con i pubblici ministeri anche Emilio Mario Santoro, il medico di Castrovillari ritenuto “collettore” delle tangenti intascate dal magistrato e l’avvocato Francesco Saraco, coinvolto nell’“aggiustamento” di un  processo che riguardava un suo stretto congiunto.

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto