Coronavirus, Abramo consegna buoni spesa al vescovo Catanzaro

Il sindaco: «La Curia sa quali famiglie ne hanno più bisogno». Confermata la chiusura al pubblico dei cimiteri comunali

CATANZARO Il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ha consegnato all’arcivescovo metropolita della diocesi di Catanzaro-Squillace, Vincenzo Bertolone i buoni spesa che il gruppo imprenditoriale Maiora ha donato nei giorni scorsi al Comune. Lo riferisce una nota del Comune. «La collaborazione fra l’amministrazione comunale e la Curia – ha affermato Abramo – è sempre più forte. Questa sinergia ci ha permesso di avviare e potenziare uno dei percorsi di solidarietà che fa parte della più ampia rete di intervento in azione a Catanzaro, uno strumento indispensabile per mitigare, quanto più è possibile, gli effetti della crisi causata dall’emergenza coronavirus sulle famiglie del capoluogo».
«Ringraziando chi ha effettuato la donazione (‘Uno dei tanti gesti di buon cuore e generosità a cui sto fortunatamente assistendo da settimane’), il primo cittadino – riporta la nota – ha sottolineato che ‘questi buoni per la spesa ricevuti da Antonio Paone e Pasquale Burza, rappresentanti di un gruppo aziendale che fa da concessionario di un conosciuto marchio di supermercati, sono stati consegnati all’arcivescovo Bertolone, come tutti gli altri buoni spesa ricevuti nelle scorse settimane anche da altri imprenditori, proprio perché la Curia sa benissimo, grazie alla sua profonda conoscenza del tessuto sociale, quali sono le famiglie che ne hanno più bisogno».

«CIMITERI CHIUSI A TEMPO INDETERMINATO» Intanto, il sindaco Abramo, nell’ambito dei provvedimenti adottati per il contenimento del contagio da Covid-19, ha emesso una nuova ordinanza con disposizioni urgenti in materia di polizia mortuaria. Recependo le indicazioni proposte dall’Asp di Catanzaro, il primo cittadino ha disposto la riduzione a 6 ore del periodo minimo di osservazione delle salme, specificatamente nei soli casi di infezione da coronavirus, al fine di consentire la massima celerità nelle attività medico legali ed amministrative ante sepoltura. Contestualmente, viene conferma la chiusura al pubblico di tutti i cimiteri cittadini fino a nuove disposizioni nazionali e/o regionali, garantendo comunque la gestione dei servizi cimiteriali quali il ricevimento delle salme e la loro inumazione e tumulazione. Infine, l’ordinanza prevede l’individuazione di un apposito percorso per le agenzie funebri da seguire nella traslazione delle salme affette da Covid-19 ai cimiteri cittadini.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto