Coronavirus, «alla casa di cura di Chiaravalle nessun nuovo decesso»

Il sindaco Donato fa il punto della situazione e riferisce anche dei nove dipendenti che sarebbero tutti asintomatici. «Ormai sono passati 14 giorni e le notizie che ci vengono date non parlano di alcuna sintomatologia»

CHIARAVALLE CENTRALE «Non abbiamo avuto notizie di ulteriori decessi, quindi gli anziani deceduti rimangono i 17 che già conoscevamo fino a ieri mattina, e questo ci conforta. Sul fronte dei dipendenti non va oltre il nove il numero dei contagiati da Coronavirus e si è limitato a cinque il numero dei contatti tra i dipendenti, risultati positivi. Tutti continuano, comunque, a rimanere in quarantena obbligatoria anche senza sintomi». A tracciare un quadro della situazione nella Rsa Domus Aurea, è Domenico Donato, sindaco di Chiaravalle Centrale, comune dove ha sede la struttura.
«Sappiamo, ma non ufficialmente – ha aggiunto – che l’Azienda sanitaria provinciale sta cercando una struttura per il trasferimento di 32 anziani che prima erano ospiti della “Domus Aurea”, perché non sarebbero più da ospedalizzare. Sono notizie che non ci vengono fornite dagli ospedali o dalla Regione, ma che leggiamo come tutti. Oggi questi dati, non avendo la possibilità di capire attraverso il direttore sanitario della struttura dove sono ricoverati, quello che sta succedendo, ci sfuggono».
Per il sindaco il dato dei dipendenti «dovrebbe confortarci. I nove dipendenti positivi, inoltre, sono anche senza sintomi e dovremmo già in queste ore avere il secondo tampone che per la maggior parte di loro dovrebbe attestare la guarigione, perché ormai sono passati 14 giorni e le notizie che ci vengono date sono che non hanno nessuna sintomatologia».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto