Coronavirus, a Falerna un “falso allarme”. Ma il sindaco chiede notizie ufficiali

Nuovi accertamenti negativi sul presunto contagiato. Menniti: «Quarantena revocata agli equipaggi del 118». E scrive ad Asp e Prefettura: «Abbiamo avuto solo comunicazioni informali»

FALERNA Falso allarme a Falerna. Dopo 24 ore, con una famiglia e ben due equipaggi del 118 messi in quarantena, arriva il contrordine: il «nuovo soggetto positivo» segnalato ieri nel centro del Tirreno catanzarese non era positivo. O, meglio, gli approfondimenti condotti oggi hanno accertato che non ha contratto il Coronavirus. Un sospiro di sollievo che, però, non può ancora dirsi ufficiale, o definitivo, visto che il sindaco Daniele Menniti non ha ricevuto comunicazioni ufficiali. E per questo scrive al dipartimenti di Prevenzione dell’Asp di Catanzaro e al Prefetto per segnalata che come autorità sanitaria locale deve ricevere «le dovute informazioni ufficiali in merito alla vicenda» per «dare alla cittadinanza doverosa comunicazione del fatto che il paziente in oggetto è risultato negativo a tutti i controlli inerenti il Covid 19 e anche per ristabilire il clima di serenità della cittadinanza e dei famigliari coinvolti».
Il caso (a questo punto un falso positivo) era emerso ieri e Menniti ne aveva dato tempestiva comunicazione. Nel corso della mattinata di oggi, però, «risulterebbe (…) per diretta comunicazione dei famigliari del paziente citato in oggetto, che tutte le verifiche del caso effettuate (ulteriore o ulteriori tamponi) abbiano dato l’esito negativo sperato». A ulteriore conferma (seppure non ufficiale), scrive ancora il sindaco nella lettera «pare sia stata revocata la quarantena ai sopra citati equipaggi del 118 di istanza a Falerna (almeno due membri degli equipaggi sono residenti a Falerna, ndr)».
Alla tempestività del Comune – che lunedì «ha provveduto a sollecitare la cittadinanza residente ad aumentare l’attenzione e la cura del rispetto delle prescrizioni inerenti l’isolamento sociale onde evitare che un eventuale tardivo rilevamento della presunta positività, potesse aver portato alla involontaria trasmissione del virus ad altri cittadini» – non ha fatto seguito altrettanta celerità delle autorità sanitarie. Che – quando erano le 17,21 di martedì – non avevano ancora comunicato nulla al sindaco. Da cui la richiesta di «trasmettere con immediatezza informazioni in merito al fine di confermare ufficialmente quanto informalmente comunicato per le vie brevi dai famigliari del nostro concittadino e quanto appreso, altrettanto informalmente, in merito alla revoca della quarantena degli equipaggi del 118 di istanza a Falerna e, quindi, dei concittadini che vi prestano servizio».

UN POSITIVO A PIANOPOLI Sempre nel Lametino, è risultato positivo al primo tampone un 40enne di Pianopoli. L’uomo è isolamento domiciliare e sarebbe parente di un altro contagiato residente però a Serrastretta. Anche la moglie del 40enne è stata sottoposta a tampone.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto