Brindisi, torta e… un bell’assembramento a Catanzaro

Fa discutere il video che ritrae la conclusione di un’iniziativa solidale in un quartiere con il sindaco Abramo, tra applausi dei tanti presenti e lo spumante

CATANZARO Un brindisi e persino una torta. Sta facendo discutere, a Catanzaro, il modo con il quale si è conclusa una bella pagina di solidarietà scritta in questa emergenza Coronavirus dal quartiere Maddalena, uno dei più famosi del centro storico del capoluogo. Praticamente dal primo giorno dell’emergenza, quindi per circa due mesi, ogni giorno il quartiere si è prodotto il flash mob e in momenti suggestivi di ringraziamento per gli operatori sanitari, le forze dell’ordine e tutti coloro che sono in prima fila in questo momento difficile per il paese e per la città. Ieri, primo giorno della fase 2, nel quartiere si è recato il sindaco Sergio Abramo, che ha voluto così omaggiare il gesto del rione con discorso nel quale ha ringraziato i residenti della Maddalena e tutti i catanzaresi, anche l’opposizione comunale, per aver tenuto un atteggiamento responsabile e ha poi rilevato «la vera e propria gara gara di solidarietà» Partita a Catanzaro, sottolineando che «l’emergenza ci ha forse dato la possibilità di riscoprire quei valori umani che avevamo perso». Alla fine, applausi dai tanti presenti ed ecco comparire una torta e lo spumante, con un brindisi immortalato anche con alcuni video (pubblicati anche da alcune testate come “Calabria 7”). Una scena ai più apparsa comunque inopportuna, considerando la drammaticità del momento e il fatto che comunque l’emergenza è ancora pienamente in corso. Ovviamente, come gran parte delle “cose calabresi”, i video hanno già fatto il giro del paese e stanno rimbalzando sui social con tanto di commenti chiaramente negativi. Come quello del noto giornalista Andrea Scanzi, che ha ripostato il tutto scrivendo: «Benvenuti allo spazio “Disagio allo stato brado”. Oggi analizzeremo la geniale iniziativa del sindaco di Catanzaro, che ha ben pensato di festeggiare (?) l’inizio della fase 2 con un bell’assembramento, alla presenza va da sé delle forze dell’ordine. Notevole anche la signora che, attingendo dai suoi neuroni vibranti, dice: “Speriamo che questa quarantena abbia portato un sorriso in tutte le nostre case”. Grazie ragazzi, siete fantastici!», ha concluso Scanzi.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto