Prende piede il Polo delle Arti. Abramo: «Pronta l’intesa per il bando Miur»

Nel corso della presentazione del catalogo fotografico “L’arte di tutti i tempi dell’abbandono” il sindaco del capoluogo ha rispolverato il progetto fermo da un po’ di tempo annunciando importanti novità

di Maria Rita Galati
CATANZARO Il protocollo d’intesa è pronto. La fine di agosto porterà con sé nuove speranze di alimentare, attraverso le opportunità offerte dal governo nazionale, le ambizioni di Catanzaro “capoluogo della Cultura”. E’ il sindaco, e presidente della Provincia, Sergio Abramo a tirare fuori dal cassetto dopo qualche tempo di silenzio il progetto del Polo delle Arti, finalizzato a consolidare un sistema culturale che dall’area centrale della Calabria ha saputo consolidarsi e crescere. E questo per sviluppare potenzialità inespresse “facendo rete” con istituzioni come la Provincia, l’Accademia di Belle arti, la Fondazione Politeama (che si è arricchita dell’adesione della Camera di Commercio”, l’Istituto superiore di studi musicali Tchaikovsky, l’Università Magna Graecia e le associazioni artistiche che contribuiscono a rendere “effervescente” le attività culturali di Catanzaro capoluogo.
Del Polo delle Arti e del bando per la creazione di una istituzione culturale per ogni regione il sindaco Abramo ha parlato nel corso della presentazione del catalogo fotografico “L’arte di tutti i tempi dell’abbandono. Saverio Rotundo ‘u Ciaciu”, il volume che raccoglie oltre cento scatti inediti sulla vita e l’opera dell’artista catanzarese scomparso lo scorso anno, al quale il Comune ha voluto dedicare tre giorni di celebrazioni.
Il primo cittadino non solo ha anticipato che è pronto il protocollo d’intesa tra gli attori culturali, nei mesi scorsi convocati al tavolo di lavoro finalizzato ad istituzionalizzare il rapporto tra gli enti coinvolti. Una sinergia già esistente di fatto, che rafforza la candidatura di Catanzaro sede di polo delle arti regionale Polo delle Arti da presentare al Miur. Nello stesso tempo ha ricordato che proprio in questi giorni la Provincia di Catanzaro ha approvato una delibera relativa all’affidamento dei locali dell’ex Istituto “Stella” nel cuore del centro storico all’Istituto superiore di studi musicali Tchaikovsky, guidato dal maestro Filippo Arlia, che sta per ottenere l’accreditamento come Conservatorio musicale. Il riconoscimento, infatti, dovrebbe essere all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri nelle prime sedute della ripresa settembrina.
La collaborazione tra Comune e “Tchaikovsky” – che si trasferirà da Nocera Terinese a Catanzaro – ha già portato non solo ad arricchire l’offerta musicale classica e lirica del Politeama, ha permesso l’avvio dei corsi pre-accademici di Conservatorio musicale che si sono svolte proprio negli ambienti del teatro dedicato a Mario Foglietti.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto