Seggi aperti, calabresi al voto per il referendum e le amministrative

Al voto i capoluoghi di provincia Reggio Calabria e Crotone. Sfide importanti anche in provincia di Cosenza con San Giovanni in Fiore e Castrovillari. Nel Vibonese c’è Serra San Bruno al voto mentre in provincia di Catanzaro, si vota a Soverato

CATANZARO Si sono aperti alle 7 i seggi per le consultazioni elettorali di oggi e domani. Si vota per il Referendum costituzionale su tutto il territorio nazionale, le suppletive del Senato, le Regionali e le Amministrative. Per il Referendum sono chiamati alle urne 46.415.806 elettori, in un totale di 61.622 sezioni. I seggi rimarranno aperti fino alle 23 di questa sera per poi riaprire alle 7 di lunedì. Alle 14 saranno ultimate tutte le operazioni di voto e inizieranno gli spogli. I seggi in cui si sta votando per il referendum sono 2.420, mentre quelli per le comunali sono 681. Sono 72 in tutto i comuni chiamati al voto. Nella giornata di domani si procederà prima a conteggiare le schede che riguardano il referendum per il taglio del numero dei parlamentari, poi si procederà con le regioni dove si vota per il rinnovo del consiglio regionale. Dalle 9 di martedì 22 settembre si procederà invece con lo spoglio delle schede che riguardano le elezioni amministrative.
LA SFIDA DI REGGIO CALABRIA La competizione più attesa in Calabria riguarda la sfida in riva allo stretto per il rinnovo del consiglio comunale della città metropolitana di Reggio Calabria (qui tutti i candidati in consiglio). L’uscente Giuseppe Falcomatà tenterà di conquistare la fiducia degli elettori per ottenere il secondo mandato. Ma le stesse ambizioni sono coltivate dal suo competitor Antonio Minicuci sostenuto da tutto il centrodestra. Oltre a loro, sono candidati Angela Marcianò, ex assessore alla legalità dello stesso Falcomatà, Saverio Pazzano appoggiato da 2 liste e gli altri candidati “monolista”: Fabio Foti per il Movimento Cinque Stelle, Fabio Putortì per “Miti Unione del Sud”, Pino Siclari per il Partito comunista dei lavorator,  Klaus Davi e Maria Laura Tortorella.
CROTONE AL VOTO 
Urne aperte anche a Crotone. Si tratta dell’altro capoluogo di provincia dove i cittadini dovranno esprimere le proprie preferenze per il rinnovo del consiglio comunale (qui tutti i candidati). Si sfideranno Antonio Manica, candidato del centrodestra, può contare sull’appoggio di dieci liste, Danilo Arcuri, candidato di un raggruppamento di centrosinistra, Andrea Correggia, consigliere comunale uscente, ed espressione del Movimento 5 Stelle ed in ultimo  Vincenzo Voce, candidato civico ma che vanta il simbolo della lista “Tesoro Calabria” sotto la quale è stato candidato alle scorse elezioni il geologo Carlo Tansi.
SAN GIOVANNI IN FIORE E CASTROVILLARI Non sono capoluoghi di provincia ma San Giovanni in Fiore e Castrovillari sono due centri importanti della provincia di Cosenza ed il loro peso specifico in termini di voti da un punto di vista elettorale è riconosciuto da tutti. Nel cuore della Sila (qui tutti i candidati) si sfideranno la candidata di centro destra Rosaria Succurro e quello di centro sinistra Domenico Lacava. Ma ci sono altri aspiranti alla carica di primo cittadino come Salvatore Mancina, Antonio Lopez, Pietro Silletta, Antonio Barile e Domenico Caruso.
Ai piedi del Pollino è il candidato di centro sinistra, Domenico Lo Polito a sfidare tutti i candidati e a tentare di riconquistare lo scranno più alto dell’assise municipale. Contro di lui, il centro destra, ha schierato Giancarlo Lamensa. Ma della partita faranno parte anche Giuseppe Santagada, il candidato del Movimento 5 stelle e la candidata civica Vittoria Bianchi. (qui tutti i candidati). Nel cosentino urne aperte anche nei comuni tirrenici con le importanti sfide di San Lucido, Cetraro e Scalea (qui tutti i candidati) ma anche dell’entroterra con diversi piccoli centri che dovranno rinnovare le amministrazioni comunali (qui i candidati).
L’AREA CENTRALE Si torna al voto anche nel Vibonese. Sono dodici i comuni in cui si procederà al rinnovo dell’amministrazione comunale e di questi 3 furono sciolti per infiltrazioni mafiose (qui tutti i candidati). La sfida più importante sarà nella città di Serra San Bruno, al voto dopo l’elezione del primo cittadino in consiglio regionale. Nella città cuore delle serre vibonesi si sfideranno Antonio Procopio, Biagio Figliucci e Alfredo Barillari. Al voto anche alcuni centri del catanzarese, su tutti per importanza Soverato (qui tutti i candidati).





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto