Catanzaro Colorful, grande successo per l’opera di Sirelli – VIDEO

L’artista trasforma il capoluogo in una “cartolina colorata” a misura di turista

di Maria Rita Galati
CATANZARO Giganteschi mattoncini di lego colorati messi a casaccio da un bambino curioso, oppure smisurati marchmallow in riva al mare. Qualunque immagine possano richiamare, i frangiflutti del porto – da grigi blocchi di cemento ad attrazione per turisti a caccia di selfie suggestivi – trasmettono una visione: quella che l’artista Massimo Sirelli regala a Catanzaro per trasformare una esplosione di colori in una “nuova cartolina del capoluogo”. Si parla del successo di “Catanzaro Colorful” ma anche di come l’opera che è diventata un angolo di museo a cielo aperto, e in riva al mare, si è trasformata in una importante prospettiva di marketing territoriale, di sviluppo turistico e artistico. Finita anche in interessanti cartoline che immortalano il progetto diventato il frame di questa estate particolare e assai difficile da raccontare in positivo.
A discuterne facendo il punto sul successo incassato dall’amatissimo artista, sempre sorridente e disponibile, grande appassionato di Catanzaro e ormai conosciuto ben oltre confine grazie alla collaborazione con brand internazionali, sono stati il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, e l’assessore al Turismo, Alessandra Lobello. Oltre 300 litri di pittura ecologica utilizzati, più di 100 blocchi di cemento ridipinti, 50 ore di lavoro in tre giorni, 5 persone impegnate più tanti volontari che si sono alternati ogni giorno, questi i numeri di Colorful.
«Ho voluto riprendere un’idea già realizzata alcuni anni fa per il festival “Altrove” immaginando un gruppo di mattoncini Lego gettato sul mare di Catanzaro – ha spiegato Sirelli -. Il risultato, che credo colpisca subito lo sguardo di un cittadino o di un turista, è andato anche al di là delle mie più rosee aspettative: foto e video sui social, con il tag Catanzaro, sono state migliaia fin dai giorni in cui abbiamo cominciato a realizzare Colorful – ha detto ancora -. Adulti, bambini, ragazzi: tutti hanno apprezzato l’impatto visivo dell’opera confermando quello che volevo, e cioè che si tratta di uno strumento di facile comprensione che contribuisce ad arricchire il contesto, naturale e architettonico, della città».
«Questa cartolina pensiamo sia già una scommessa vinta dall’amministrazione comunale – ha affermato invece Polimeni -. Catanzaro, grazie alle idee concrete dei suoi artisti, continua ad essere un incubatore culturale di arte contemporanea di assoluto spessore per tutto il Meridione. Anche se sembra un semplice intervento, Catanzaro Colorful è un esempio, e ce ne siamo accorti con il tam tam che ha subito innescato sui social, di nuove forme di marketing territoriale che aumentano l’attrattività del capoluogo: l’immagine del nostro splendido litorale si sposa, in questo modo, con un’installazione artistica unica nel suo genere».
«Colorful – ha infine affermato l’assessore Lobello – è l’ennesima opera realizzata anche grazie all’introduzione dell’imposta di soggiorno, strumento che l’amministrazione Abramo ha voluto, insieme agli operatori del settore, per intervenire in modo strutturale sul fronte del turismo. Creazioni artistiche come questa, eventi come il Magna Graecia Film Festival, giusto per citare due modelli della programmazione che il Comune porta avanti con i privati, sono realtà consolidate di un percorso di crescita che non può essere fermato».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto