Reventinum, la storia della “cosca della montagna” in tre ore di requisitoria

Il pm Andrea Buzzelli ha ripercorso 40 anni di malaffare e faide tra le famiglie Scalise e Mezzatesta che hanno dominato sul territorio montano del Lametino

di Alessia Truzzolillo
CATANZARO Ha ripercorso 40 anni di storia della “cosca della montagna” il sostituto procuratore di Catanzaro Andrea Buzzelli nel corso di una requisitoria durata tre ore. Dagli anni in cui le famiglie Scalise e Mezzatesta erano unite, negli intenti e negli affari, fino ai primi anni 2000 in cui la faida scoppiò tra i paesi del monte Reventino che domina sulla piana di Lamezia Terme. Una faida che ha lasciato i suoi morti sul campo, soprattutto nel piccolo centro di Decollatura. Una guerra feroce che ha colpito le due fazioni in lotta – basti pensare all’omicidio di Daniele Scalise, Francesco Iannazzo, Vincenzo Vescio – ma ha spezzato le vite anche di vittime innocenti come l’impiegato delle ferrovie Gregorio Mezzatesta e il giovane penalista lametino Francesco Pagliuso. Armi alla mano, le due famiglie non hanno disdegnato il sangue pur di contendersi appalti lucrosi come quelli per la costruzione della trasversale delle Serre o per difendere l’onore su presunti sgarri subiti.
Nel corso dell’udienza di oggi è stata stralciata la posizione di Luciano Scalise, assente perché in isolamento volontario dopo essere stato a contatto con un detenuto risultato positivo al Covid-19 nel carcere di Terni. La sua posizione verrà riunita alle altre nell’udienza del 20 novembre, nel corso della quale il pm Buzzelli terminerà la requisitoria nei confronti di Pino e Luciano Scalise, accusati di essere i mandanti dell’omicidio di Francesco Pagliuso, e invocherà le richieste di pena per tutti gli imputati nel processo con rito abbreviato: Pino e Luciano Scalise, Andrea Scalzo, Angelo Rotella, Cleo Bonacci, Eugenio Tomaino, Vincenzo Mario Domanico, Antonio Pulitano, Domenico Mezzatesta e Giovanni Mezzatesta. (a.truzzolillo@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto