Lamezia, il Parco della biodiversità è un’incompiuta – VIDEO

L’area è abbandonata da tempo. Un docente: «Contavamo su questo spazio, ma non sappiamo quando i lavori saranno completati»

LAMEZIA TERME Lavori iniziati e mai terminati, fondi stanziati fino a un certo punto e promesse non mantenute.
Sono i più tipici elementi che descrivono un’incompiuta, un’opera pubblica mai terminata e abbandonata al proprio destino. Un po’ come accade a Lamezia Terme, nel quartiere Savutano: qui nel 2016 era prevista la realizzazione del Parco della Biodiversità, una vasta area verde individuata a ridosso dell’Istituto agrario e, almeno sulla carta, spazio da destinare non solo alla comunità lametina ma soprattutto agli studenti in un progetto di alternanza scuola lavoro.
Eppure sono passati quasi tre anni e, al di là delle bandiere politiche tra l’ex presidente Bruno e l’attuale Abramo, nella sostanza non è cambiato nulla neanche dopo la promessa di terminare i lavori entro il 2018.

«Essendo noi una scuola ad indirizzo agrario – ci ha raccontato Giuseppe Pugliano, docente e responsabile dell’Istituto Professionale per i Servizi Agrari e odontotecnici di Lamezia Terme – avevamo una convenzione per la manutenzione del verde e comunque per creare esperienze didattiche per i nostri alunni nel parco. Ma è dal 2016 che stiamo aspettando e ancora non ne vediamo la conclusione. Hanno fatto alcuni lavori, realizzato opere però, come si può vedere dalle immagini, c’è l’erba alta e ancora come scuola non sappiamo quando questi lavori saranno terminati. Per noi è un problema perché su questa realtà ci contavamo molto».
Cosa n’è stato, dunque, delle promesse e di un progetto complesso e ambizioso? Le domande sono tante, le risposte molte meno. E intanto la città di Lamezia sta perdendo un’altra occasione per il rilancio di un’area urbana sempre più isolata e senza alcuna prospettiva.
«La scuola – ci dice ancora Pugliano – sarebbe diventata un centro nevralgico della città. Siamo attualmente molto decentrati, serviti male dai mezzi pubblici ma speravamo che questo progetto sarebbe servito a ravvivare l’interesse e l’affluenza verso la nostra scuola, renderla più protagonista nell’ambito del tessuto urbano di Lamezia Terme».

g. c.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto