20.20 | Callipo: «Salvini mi preoccupa. È su di giri e condiziona le scelte»

Il candidato del centrosinistra alle Regionali preoccupato per l’influenza della Carroccio. Pietropaolo (Fdi): «Tempi brevi per la giunta». Raso (Lega): «Puntiamo all’agricoltura»

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con “20.20” ,l’approfondimento politico de Il Corriere della Calabria in onda questa sera alle 21 su L’altrorriere tv , canale 211, condotto da Danilo Monteleone e Ugo Floro. Ospiti della serata, Filippo Pietropaolo, Pippo Callipo e Pietro Raso.
PIETROPAOLO Il neoconsigliere regionale di Fratelli d’Italia ha auspicato tempi brevi nella formazione del prossimo esecutivo regionale a guida Iole Santelli. «La Calabria – ha dichiarato l’esponente del partito di Giorgia Meloni – ha necessità di un’azione di governo immediata che affronti i nodi dello sviluppo, della sanità e di un impiego razionale dei fondi comunitari». Quanto ad un suo coinvolgimento nella futura giunta regionale, Pietropaolo, ovviamente, non si è sbilanciato, ma ha ribadito quanto già detto in precedenza: «Ci terrei a mettere a disposizione le esperienze maturate negli ambiti amministrativo e dell’innovazione tecnologica, settore quest’ultimo che deve essere rivitalizzato». Secca, invece, la posizione sull’attuale momento che attraversa la politica comunale del capoluogo di regione: «È una fase delicata, personalmente, se fossi stato un consigliere comunale di Catanzaro, mi sarei dimesso».
CALLIPO Di opposizione costruttiva ha parlato il candidato unitario del centrosinistra Pippo Callipo: «Non intendiamo ripercorrere gli errori del passato e interpreteremo il nostro ruolo con la necessaria distinzione e fermezza». Il pericolo vero, a detta di Callipo «è rappresentato da Matteo Salvini , viene dal Nord , è su di giri e mi preoccupa il suo condizionamento». Sulle polemiche che continuano ad agitare l’analisi del dopo voto nel centrosinistra, all’indirizzo della deputata Enza Bruno Bossio che aveva definito la proposta politica di Callipo «populismo becero», l’imprenditore di Maierato ha sottolineato come per sua scelta non ha mai voluto contatti con la parlamentare dem e con il marito, Nicola Adamo.
RASO Il neoeletto consigliere leghista, Pietro Raso, ha confermato la condivisione degli eletti del Carroccio rispetto ai criteri definiti da Salvini per la scelta dei futuri assessori durante la sua ultima visita a Reggio Calabria. «Penso che ogni territorio debba essere rappresentato e che per la Lega, che debutta in consiglio regionale, sia essenziale occuparsi di settori strategici per lo sviluppo regionale come l’agricoltura». Quanto al suo profilo di consigliere, Raso ha richiamato come essenziale la propria esperienza di amministratore ribadendo di avvertire per intero la responsabilità nel rappresentare un’area fondamentale come Lamezia Terme e il suo vasto comprensorio.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto