Fa sesso con un minore, viene scarcerato e lo ricontatta. Nuovo arresto per un 36enne a Lamezia

Carabinieri e polizia hanno eseguito una misura cautelare in carcere dopo il tentativo di “agganciare” ancora il 14enne durante l’emergenza Covid

LAMEZIA TERME L’Arma dei Carabinieri di Lamezia Terme e il Commissariato di polizia di Stato di Lamezia Terme hanno eseguito un provvedimento della misura cautelare in carcere nei confronti di un lametino, A.I., 36 enne.
L’uomo era stato tratto in arresto nell’ottobre del 2018 in flagranza di reato dagli agenti del Commissariato di Lamezia Terme e condotto in carcere, perché sorpreso nel commettere atti sessuali con un minore di 14 anni, alla presenza del figlio minore.
A.I., messo agli arresti domiciliari, durante l’emergenza Covid-19 avrebbe nuovamente contattato il minore sui social network.
Per tali fatti l’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Lamezia Terme, insieme alla Polizia Postale di Catanzaro ha avviato un’attività di indagine che avrebbe permesso di accertare le responsabilità dell’uomo e di denunciarlo alla Procura Generale di Catanzaro, per cui la II Sezione penale della Corte di Appello di Catanzaro decideva di ripristinare la custodia cautelare in carcere che è stata eseguita lunedì dal personale dei Carabinieri di Lamezia Terme e del Commissariato di Lamezia Terme. A.I. è stato trasferito nella casa Circondariale di Siano-Catanzaro.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto