Lamezia invasa da blatte e topi, la parola ai cittadini (parenti del sindaco compresi) – VIDEO

La sporcizia attira insetti e roditori anche in centro città. L’incuria trasforma i marciapiedi in trappole invase dai rovi. Tra le testimonianze saltano agli occhi i post su Facebook del cognato di Mascaro

LAMEZIA TERME Una blatta in via Montelungo, leggiadramente adagiata sulla soglia di un portone. La foto è stata postata su Facebook da Giuseppe Spinelli, avvocato, cittadino di Lamezia Terme, per diversi anni coordinatore di Forza Italia Lamezia e, last but not least (ultimo, ma non per importanza) cognato del sindaco Paolo Mascaro. Già il 12 agosto scorso, l’avvocato Spinelli aveva postato l’allarmante frase: «Gravissimo problema sanitario a Lamezia Terme. La città è infestata dalle blatte. L’Asp intervenga subito». Cinque giorni dopo ecco postata la foto dell’animaletto in via Montelungo.

I commenti social dei cittadini si sommano: «Anche in zona Tribunale: sono anni che lo scrivo», «C’è poco da scherza

re. Siamo a rischio infezioni. Se entrano nei locali o nei punti vendita alimentari è la fine», «Questa sera sul corso passeggiavano blatte e topi». 
Sono i cittadini che parlano della sporcizia e dell’incuria in città. Lasciamo accesa la loro voce, questa volta, anche per sgomberare il campo dalle tentazioni di qualche politico locale incline, in privato, a dare la colpa alla stampa anziché riflettere sulle mancanze dell’amministrazione.

L’INCURIA Fabrizio Basciano è un insegnante, un musicista, saggista e scrittore. Ma è anche uno che ama la propria terra, non le manda a dire e si muove per cercare di sollevare i problemi.
 Lo testimonia il suo ultimo video su uno de tanti marciapiedi impercorribili della città, invasi da erbacce e rovi. Marciapiedi che hanno causato più di una caduta rovinosa ai danni dei malleoli di malcapitati cittadini. (ale.tru.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto