Terreni occupati abusivamente, sequestri a Rossano e Pietrapaola

Lungo il torrente Colognati due i denunciati: delimitavano bovini. In località San Giuseppe un uomo aveva recintato mezzi e attrezzature

CORIGLIANO ROSSANO Nei giorni scorsi i militari della Stazione di Rossano hanno posto sotto sequestro una vasta area di quasi dieci ettari lungo il Torrente Colognati nel Comune di Corigliano-Rossano. Durante un controllo è infatti emerso che due persone, avevano occupato senza alcuna autorizzazione un’area di proprietà demaniale, nell’alveo del torrente Colognati, zona questa sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.
Occupazione, avvenuta anche attraverso la realizzazione di una recinzione con filo spinato e pali in legno utile per delimitare alcuni animali bovini di loro proprietà trovati al pascolo al suo interno. L’area, ricadente interamente nel greto del torrente Colognati, è stata sottoposta a sequestro penale mentre le due persone sono state denunciate per occupazione abusiva di area demaniale e la realizzazione della recinzione senza alcuna autorizzazione.
Altro sequestro è avvenuto, ad opera sempre dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rossano, in località “San Giuseppe” nel comune di Pietrapaola dove un uomo è stato denunciato per aver occupato abusivamente un suolo in parte di proprietà delle Ferrovie dello Stato e in parte del Comune di Pietrapaola. Anche in questo caso l’uomo è stato denunciato perché senza alcun titolo aveva occupato il terreno recintandolo, al fine di utilizzarlo quale deposito di mezzi e attrezzature della sua impresa. Allo stesso è stata elevata anche sanzione amministrativa per l’abbandono di rifiuti speciali non pericolosi trovati all’interno dell’area.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto