Costa Deliziosa a Corigliano Rossano, «fra le tappe più belle d’Europa» – VIDEO

Impegni istituzionali per il comandante Nicolò Alba che ha accolto a bordo delegati della Regione, del Comune e giornalisti per una visita mozzafiato (ma in tutta sicurezza). L’assessorato al Turismo regionale ha consegnato al capitano una targa

di Luca Latella
CORIGLIANO ROSSANO Era il maggio 2007 quando attraccò la prima nave da crociera al porto di Corigliano. Da allora a cadenza annuale ne sono passate di grandi navi da queste parti. Da qualche settimana, però, Costa Crociere ha intensificato le sue visite a Corigliano Rossano. Un porto, dice il comandante Nicolò Alba, strutturalmente eccezionale per questo genere di attracchi.
La Costa Deliziosa, nave di punta della flotta dell’armatore genovese, tornerà in città fino a fine ottobre per approfittare di un clima «incredibile per sei, sette mesi l’anno».
Questa mattina sono sbarcati circa 600 turisti provenienti da tutta Europa e, saliti sui 18 pullman messi a disposizione dal tour operator Andirivieni Travel di Tonino Tedesco, colui che tesse i rapporti da anni con Costa, hanno raggiunto prevalentemente i centri storici di Rossano e Corigliano. Tra le mete preferite, ovviamente, il Castello ducale, il Museo del Codex Purpureus Rossanensis, patrimonio dell’Unesco e la storia bizantina.
Ma è stata anche una mattinata di rapporti istituzionali per il comandante Alba che, facendo gli onori di casa, ha accolto a bordo – con tutte le precauzioni del caso, tamponi lampo e misure di sicurezza anche per gli ospiti che possono affrontare una crociera in tutta tranquillità – una delegazione fra rappresentanti della Regione, dell’Amministrazione comunale e di giornalisti.
Ospiti della “città” galleggiante l’assessore al Turismo di Corigliano Rossano, Tiziano Caudullo, e il capo struttura e delegato dell’assessore al Turismo regionale, Ernesto Rapani che per conto di Fausto Orsomarso – assente per gli impegni istituzionali di oggi fra riunione di giunta e Consiglio regionale – ha consegnato al capitano una targa.
Le visite di Costa si traducono anche in impiego per decine di addetti locali. Attorno agli attracchi crocieristici al porto di Corigliano Rossano, vengono impiegati circa settanta persone fra addetti ai lavori, autisti, guide, agenzia marittima. Ed una volta sbarcati, gli ospiti, creano economia.
I croceristi possono scegliere fra una vasta gamma di escursioni a terra: dal Pollino alla Sila, passando per i profumi, il gusto, la gola, della gastronomia locale, leader indiscussa insieme ai beni culturali e architettonici che la terza città della Calabria offre naturalmente.
«Pensate – ha raccontato Nicolò Alba – che a bordo abbiamo una coppia di italiani in pensione che vivono a Tenerife e che hanno voluto proseguire la crociera della settimana scorsa per avere la possibilità di continuare a visitare Corigliano Rossano e le sue meraviglie. Venire qui è sempre un immenso piacere – ha detto ancora il comandante di Costa Deliziosa – per le bellezze naturali e architettoniche, per il clima e la cucina davvero incredibile. I nostri ospiti quando ritornano a bordo dalle escursioni giornaliere, sono entusiasti, assolutamente entusiasti della bellezza di questo posto. Ed io che ne no visti in 35 anni di mare, ve lo posso assicurare, è tra i più belli in assoluto».
Insomma, migliore spot di questo non poteva esserci per una città ed una regione mozzafiato ma che ancora non sanno vendere il loro prodotto – la natura dei luoghi – nel migliore dei modi. (l.latella@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto