Maltempo Corigliano Rossano, frana il muro di contenimento della Basilica di San Marco – FOTO e VIDEO

Le forti piogge hanno provocato il cedimento della stradina sovrastante. Preoccupazione per gli abitanti della zona. Il maltempo sta causando danni su tutto l’arco jonico cosentino: allagate Schiavonea e Sant’Angelo, sulla 106 i vigili del fuoco sono intervenuti per liberare la carreggiata da un albero caduto. Il sindaco ha ampliato il Centro operativo comunale

CORIGLIANO ROSSANO L’ondata di maltempo che sta imperversando sull’arco jonico sta creando danni ovunque. Nel cuore del centro storico di Rossano, da due passi dalla basilica di San Marco, millenaria chiesa bizantina, ha ceduto il muro di contenimento della terrazza-stradina che serve per raggiungere la chiesa, una palazzina abitata da diverse famiglia e la trattoria La Bizantina. La frana, dopo la rottura del muro di contenimento, ha invaso la strada sottostante e seppellito alcune auto in sosta.
Il titolare del locale, Piero Nola, vive proprio nello stabile che si affaccia sulla stradina crollata. Nei mesi scorsi aveva fatto presente agli uffici comunali preposti che una crepa si stava ampliando nel muro di contenimento, tanto da incrinare il cancello d’ingresso alla chiesa di origine bizantina, uno dei simboli della città.
Le famiglie che vivono nella palazzina che si affaccia sulla stradina sono molto preoccupate perché le condizioni meteo non sembrano attenuarsi. Più in generale la preoccupazione è molta per i tanti residenti del centro storico che hanno ancora negli occhi e sulla pelle le cicatrici dell’alluvione 2015.


SCHIAVONEA E SANT’ANGELO ALLAGATE  Intanto anche sull’altro versante della città, in riva al mare, fra pioggia e mareggiata, Schiavonea è allagata. Il popoloso borgo marinaro coriglianese, come troppo spesso accade ogniqualvolta imperversa il maltempo, si è svegliato letteralmente sotto venti centimetri d’acqua. Anche il litorale rossanese, Sant’Angelo, si è svegliato sott’acqua. Il lungomare, viale Mediterraneo e viale Sant’Angelo, si sono trasformati in dei veri e propri “torrenti” con i tombini fognari che stanno saltando ovunque. Anche in questo caso sta montando la paura nei luoghi maggiormente segnati dall’alluvione del 2015.
Diverse squadre dei vigili del fuoco stanno intervenendo su tutto il territorio. Sulla statale 106 si sono adoperati per liberare la strada da un albero caduto.


AMPLIATO IL CENTRO OPERATIVO COMUNALE  Il sindaco, a seguito dell’allerta rossa diramata ieri,  ha stato ampliato il Centro Operativo Comunale. Il violento nubifragio da questa mattina sta interessando la fascia ionica e sta creando alcuni problemi alla viabilità nella nostra città. Si registrano disagi e strade impraticabili in località Schiavonea, con molte delle vie d’accesso al lungomare Cristoforo Colombo impercorribili, seppur sono state attivate le pompe idrovore del lungo mare. Ulteriori disagi – ha sapere Flavio Stasi – sono in alcune vie dello scalo, con particolare riferimento a via Walt Disney, ed in alcune vie del centro storico di Corigliano; al momento è stato interdetto il sottopasso di contrada Frasso-Amarelli, mentre rimane percorribile il sottopasso di Sant’Angelo.
La protezione civile comunale, insieme ai vari settori attivati del Comune, è a lavoro e continuerà a monitorare strade, centri urbani, torrenti e mare. (lu.la.)

 

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto