Raid vandalico a Morano, devastata la villa comunale

Distrutti i lampioni e divelti diversi pozzetti in cemento. Il sindaco: «Gesto criminale grave e insensato»

MORANO CALABRO Persone non identificate, la notte scorsa, hanno devastato la villa comunale, mettendola a soqquadro e arrecando danni al patrimonio pubblico. È accaduto a Morano Calabro, in provincia di Cosenza. Nel raid vandalico sono stati distrutti i lampioni posti al centro dell’area verde e divelti e abbandonati lungo i vialetti interni diversi pozzetti in cemento, uno addirittura incastrato nella parte in vetro dei corpi illuminanti. Presa di mira anche la vasca centrale dei pesci cosparsa di rifiuti, bottiglie in vetro, plastiche e materiali vari. Violato anche il gabbiotto dei comandi elettrici dell’intero complesso conventuale San Bernardino. Sul posto sono intervenuti il sindaco Nicolò De Bartolo e i carabinieri che hanno avviato le indagini per fare luce sull’accaduto. Il primo cittadino a parlato di «gesto criminale grave e insensato. Siamo indignati e preoccupati».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto