Rende, ristrutturazione in corso per la sala consiliare

Lavori per 81 mila euro. Manna: «Situazione non più tollerabile. Adesso consegniamo alla città una sala efficiente»

RENDE Con un investimento di circa 81 mila euro, la sala consiliare di Piazza Matteotti a Rende, dovrebbe ritornare ai suoi splendori. Ben quarantacinque intense giornate di attività, sin da oggi, per ammodernare e soprattutto, rendere funzionante il luogo deputato allo svolgimento delle sedute del consiglio comunale di altre attività istituzionali. «Sedere tra quei banchi è stato come esporsi alle intemperie: sala gelida e freddo in inverno ed eccessivamente calda in estate -specifica Pino Munno  assessore ai Lavori Pubblici – intervenire in maniera completa, dopo vari rattoppi, era assolutamente necessario anche perché nessuno degli impianti era più perfettamente funzionante». A seguito di alcuni mesi di verifiche e di progettazione sono stati programmati i lavori di ristrutturazione, scegliendo di rinnovare la sala anche con alcuni interventi aggiuntivi. Sia l’impianto audio che l’impianto di climatizzazione risultavano deteriorati per usura. Si provvederà, quindi, al loro adeguamento anche perché il gas da utilizzarsi, è fuori commercio perché pericoloso. L’intera sala sarà interessata da lavori di efficientamento energetico mentre la pavimentazione sarà rifatta ex novo. Nella fase successiva dei lavori, saranno sterilizzate le varie sedute e sarà rimossa la moquette. Nel rispetto delle norme, saranno rimesse in funzione le scale per i diversamente abili e, sempre, con lo sguardo proteso verso l’abbattimento delle barriere architettoniche, saranno installati dei nuovi e agevoli posti a sedere per disabili ed anziani. «Finalmente la nostra città avrà un luogo funzionale e consono- spiega Mauro Rausa presidente del Consiglio Comunale-». Immenso compiacimento per l’intera giunta come dichiara il sindaco di Rende, Marcello Manna: «Gli interventi erano assolutamente urgenti e non più prorogabili. Siamo soddisfatti di poter consegnare l’opera alla città e nel più breve tempo possibile, soprattutto. L’impresa ha già dimostrata estrema professionalità occupandosi della struttura sede della Protezione Civile. Entro quarantacinque giorni si completerà tutto». Intanto, si è già provveduto ad individuare la sala che, temporaneamente, ospiterà la prossima riunione di assise. «Avrei fatto ritorno, con molto piacere, al Castello del centro storico, ma siamo impossibilitati poiché ci sono anche lì dei lavori. Dunque, credo che il prossimo consiglio comunale si terrà nella struttura comunale del Museo del Presente. Sala ampia e capiente, dotata di tutto il necessario per il consueto svolgimento delle operazioni», precisa Rausa.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto