Era incinta la donna uccisa a Cassano – VIDEO

A trovare il cadavere della 40enne, nell’appartamento in cui la coppia viveva, sono stati alcuni familiari che avevano un appuntamento con lei. La vittima, Romina Iannicelli, era sorella del nonno di Cocò Campolongo, ma per ora si escludono collegamenti tra le due vicende e si propende per l’ipotesi del femminicidio

CASSANO ALLO JONIO Una donna di circa 40 anni, Romina Iannicelli, è stata uccisa a Cassano allo Jonio, nel Cosentino. A trovare il cadavere sono stati alcuni familiari che avevano un appuntamento con lei per delle commissioni. L’omicidio è avvenuto nell’appartamento, in una delle zone centrali della cittadina, dove la donna viveva con il marito, probabilmente nelle prime ore di oggi.

Romina Iannicelli

La donna uccisa era la sorella di Giuseppe Iannicelli, l’uomo di 52 anni ucciso a colpi di arma da fuoco il 16 gennaio 2014, sempre a Cassano allo Ionio, assieme al nipotino di tre anni, Cocò Campolongo, e alla compagna marocchina Ibtissam Touss, di 27 e i cui corpi vennero poi dati alle fiamme. La parentela con l’uomo ucciso, comunque, non viene ritenuta collegata in alcun modo al delitto della donna che secondo le ipotesi avanzate dagli inquirenti sarebbe l’ennesima vittima di femminicidio. Sul luogo dell’omicidio è giunto il sostituto procuratore della Repubblica di Castrovillari Valentina Draetta. Gli investigatori dell’Arma dei carabinieri che hanno avviato le indagini hanno acquisito e stanno esaminando con attenzione le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nella zona.
La donna, che non aveva figli ed era incinta, sarebbe stata colpita mortalmente non a coltellate, come si era appreso in un primo momento, ma da un’arma impropria e non convenzionale. Secondo quanto risulta dalla prima ispezione cadaverica, sarebbe morta per un trauma cranico (qui altri dettagli).







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto