L’Unical vota per il nuovo rettore, a Leone il primo round

Sono stati 1584 i votanti. Il professore noto a livello internazionale per i suoi studi in intelligence ha collezionato 335 voti ponderati totali. Lo seguono Luigi Perrelli con 316 voti e Paolopoli con 158 preferenze

di Michele Presta
RENDE Il primo round se lo aggiudica Nicola Leone. L’ex direttore del dipartimento di Matematica e Informatica esperto in sistemi di intelligence che gli sono valsi numerosi riconoscimenti in ambito internazionale ha ottenuto 335,4 voti ponderati. Preferenze che sono la somma del voto di 305 docenti (con coefficiente pari a 1 ndr), 188 impiegati di personale tecnico amministrativo (voto ponderato pari a 0,11) e 36 studenti (voto ponderato pari a 0,27). Subito dopo di lui si è piazzato Luigi Perrelli ex direttore del dipartimento di Studi umanistici che ha collezionato 316,3 voti totali divisi tra: 263 voti degli accademici; 257 voti del personale tecnico amministrativo e 93 studenti (anche in questo caso con i voti pesati secondo le percentuali già riportate ndr). Terzo in corsa, Luigi Paolopoli, ordinario di Sistemi di elaborazione delle informazioni che si attesta a 158,6 voti totali ponderati, ripartiti tra 143 docenti; 132 impiegati tecnici amministrativi e 4 studenti. La comunità che vive il campus dell’Università della Calabria, ha votato nella giornata di giovedì 13 giugno e ritornerà al voto il 3 luglio per la seconda tornata elettorale. Qualora, nella seconda votazione, non venisse raggiunto il quorum che dovrebbe oscillare sui 400 voti ponderati sarà necessario un turno di ballottaggio già calendarizzato per il 18 luglio. Settimane di incontri di dialoghi e dibattiti sia all’interno che all’esterno dei cubi amaranto dell’ateneo con tutti e tre gli aspiranti alla carica di “magnifico” che si sono dati battaglia sui temi centrali della vita universitaria e non solo. Tra i tre, sicuramente una figura di rottura rispetto al passato, è rappresentata da Raffaele Perrelli. L’ordinario di letteratura latina, non ha lesinato le frecciatine al rettore in carica Gino Mirocle Crisci augurandosi in più occasioni un deciso cambio di passo rispetto a quelle che sono state le scelte fatte da Crisci. Perrelli, oltre che dal supportato della comunità accademica che in questi giorni di campagna elettorale ha deciso di sposare il suo progetto è stato votato anche gli studenti aventi diritto a voto che militano in Rinnovamento e Futuro ed Athena. Discorso diverso invece per Nicola Leone, che guida la corsa alla carica settennale di rettore forte del sostegno dei docenti e impiegati che ha conquistato in questi mesi di incontri e dall’appoggio delle associazioni studentesche vicine ai Giovani Democratici ed all’associazione Noi. Rumori e voci tipiche da campagna elettorale, di cui non rimane scevra neanche la comunità accademica, sembrerebbero suggerire che Nicola Leone sia gradito anche al rettore uscente che avrebbe di fatto abbandonato il candidato Luigi Palopoli che tra i tre è stato tra i più attivi nel difenderne l’operato Tutto in divenire, chiaramente, anche perché la seconda tornata elettorale sarà utile a capire se il dato di questa prima tranche in cui sono state scrutinate 1584 schede si confermerà o farà registrare già degli scossoni significativi utili ad eleggere, senza ricorrere al ballottaggio, il prossimo rettore dell’UniCal. (m.presta@corrierecal.it)

 







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto