Operazione di controllo dei pascoli nel Parco del Pollino, sanzioni e sequestri

I carabinieri unitamente al personale dell’Asp di Cosenza hanno controllato centinaia di animali. Molti capi erano privi di identificazione. Riscontrate violazioni alle norme in materia polizia veterinaria

ALESSANDRIA DEL CARRETTO Capi bovini privi di indentificazione e violazione di norme in materia di polizia veterinaria e regolamenti Cee. Sono le contestazioni sollevate al termine di un’operazione capillare di centinaia di animali bovini al pascolo in “transumanza” nei comuni di Plataci e Alessandria del Carretto, animali di proprietà di diverse aziende zootecniche. In particolare i militari della Stazione Carabinieri Parco di Cerchiara in collaborazione con le Stazioni di Morano Calabro, Terranova del Pollino e San Donato Ninea, unitamente al servizio veterinario dell’Asp di Cosenza distretto di Rossano, hanno effettuato l’operazione nelle località Sparviero, Lagoforano e Piano dell’Acero. Sette i proprietari di bovini controllati, tre, tutti di Alessandria del Carretto quelli sanzionati per un importo di 12mila euro.
Le sanzioni sono state elevate perché molti capi di varie razze sono stati trovati privi di marchio auricolare e quindi privi di identificazione e registrazione. Sono stati inoltre effettuati diversi sequestri sanitari fiduciari per violazione alle norme vigenti di Polizia Veterinaria e regolamenti CEE. L’attività posta in esser rientra nell’intensificazione dei controlli in materia di pascolo disposti dal Raggruppamento Carabinieri Parchi di Roma finalizzato all’accertamento di eventuali patologie infettive ed infestive presenti sul territorio e alla corretta gestione delle aziende zootecniche presenti nell’area protetta. Sono inoltre, attualmente al vaglio, controlli sulle documentazioni aziendali per accertare e controllare i finanziamenti percepiti da tali aziende.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto