Alle Terme Sibarite inizia l’era Lombardi. «Ci sarà tanto da fare» -VIDEO

Il nuovo amministratore unico dello stabilimento si è insediato il 7 luglio. L’ambizioso progetto di rilancio: «Coprire la piscina per farla fruire anche d’inverno. La Spa? Ci vorrà molto tempo prima di entrare in funzione»

di Luca Latella
CASSANO ALLO IONIO Le Terme Sibarite sono incastonate come un gioiello nel cuore di Cassano allo Ionio. A pochi passi dal Municipio e lungo la via principale. Da appena qualche giorno lo stabilimento ha riaperto i battenti, ma con una nuova gestione amministrativa, dopo undici anni.
E non è stato facile “rassettare” e resettare un “modello” (qui la notizia ) che poteva sembrare tale ma che in fondo non lo era. Il settore manutentivo ha dovuto fare gli straordinari per riaprire lunedì scorso così come alla Spa “Clarinzia”, tanto sbandierata – e inaugurata – nelle scorse settimane in pompa magna servirà «molto tempo prima di entrare in funzione».
Dal 7 luglio, le terme hanno una nuova guida amministrativa ed un nuovo volto: quello di Francesco Lombardi, avvocato prestato alla politica, già candidato a sindaco di Cassano in contrapposizione all’attuale primo cittadino, Gianni Papasso. Appassionato di sport, ex arbitro, da sempre si batte per la tutela dei minori e da tempo coltiva una forte amicizia con Gianluca Gallo. Proprio l’assessore al Welfare e all’Agricoltura ha proposto il nome di Lombardi prima come candidato a sindaco alle ultime amministrative e poi alla presidente Jose Santelli, giacché la società che gestisce le Terme Sibarite è al 100% a partecipazione della Regione Calabria.
Da venti giorni, dunque, Francesco Lombardi è il nuovo amministratore unico. Ed a fare due passi nella struttura che pian piano sta per essere interamente recuperata è ben visibile nei volti dei tanti dipendenti una certa soddisfazione.
Il suo sogno, lo mormora fra i denti, sperando che nel triennio di gestione riesca nell’intento di coprire con una struttura amovibile la piscina termale di 25 metri – con le acque che sgorgano dalla sorgente sottostante a oltre 20 gradi – così da poterla utilizzare anche d’inverno, insieme all’anfiteatro adiacente. Il tutto, appunto, in pieno centro a Cassano.
L’albergo sarà presto affidato, come il bar e la ristorazione. Rimarranno alle strettissime dipendenze della società, invece, piscina, campo da tennis e le cure del parco in cui è immerso lo stabilimento, incassato fra i costoni rocciosi che caratterizzano la città.
Le terme danno lavoro stabilmente, con un contratto a tempo indeterminato a 15 persone – 10 operatori professionali, 2 manutentori e 3 amministrativi – più altri 19 “stagionali” nei sei mesi di apertura dello stabilimento termale da giugno a novembre. Il settore riabilitativo, invece, è aperto tutto l’anno. Per aprire i battenti in tempo utile, sono serviti gli straordinari e dal 7 luglio, giorno dell’insediamento di Lombardi alla guida delle terme, fino al 20 luglio, il lavoro è stato più che intenso.
Nel ringraziare la presidente Santelli «per la stima accordatami», racconta Francesco Lombardi al Corriere della Calabria, «in un periodo particolare come quello che stiamo attraversando, mi sono subito adoperato per garantire l’immediata apertura delle terme, che ha iniziato a funzionare lunedì scorso».
Il neo amministratore unico riferisce anche che «per rendere decorosa abbiamo dovuto lavorare alacremente» e che presto pubblicherà una «manifestazione di interesse per garantire la riapertura dell’albergo e dei servizi ricettivi e ricreativi».
«La Spa? È certamente un elemento che andrà a impreziosire l’offerta ma ad oggi, da quanto ho potuto accertare, per garantire l’apertura sarà necessario molto tempo per poter mettere a regime i diversi adempimenti tecnico-amministrativi».
Ed a proposito degli obiettivi a medio e lungo termine, Francesco Lombardi sembra avere le idee molto chiare. «In sinergia con la Regione – conclude l’amministratore – ci stiamo adoperando per valorizzare il termalismo, quale elemento di sviluppo territoriale, aprire le terme al servizio della città di Cassano, del territorio». (l.latella@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto