A Cosenza il titolo di “Città Europea dello Sport 2020”

Occhiuto: «Il riconoscimento è frutto di un percorso mirato e corale. La città rappresenta un esempio di svolta ecologica reale»

COSENZA Cosenza è Città Europea dello Sport 2020. La comunicazione della conquista del prestigioso titolo è arrivata dal presidente di Aces Europe, Gian Francesco Lupattelli, che ha scritto al sindaco Mario Occhiuto «complimentandosi – si legge in una nota – perché Cosenza “è davvero un buon esempio dello sport per tutti, inteso come strumento di salute, integrazione, educazione e rispetto, proprio quali sono gli obiettivi principali di Aces Europa”. Inoltre, si legge nella motivazione, l’amministrazione comunale di Cosenza ha anche sviluppato una politica sportiva esemplare con strutture, programmi e attività».
«Siamo felici e onorati di tale riconoscimento – è il commento del sindaco Occhiuto –. Frutto di un percorso mirato e corale, per il quale ringrazio l’assessore allo Sport Carmine Vizza e tutti coloro che, con il corposo dossier presentato, hanno contribuito a testimoniare alla Commissione esaminatrice che la nostra città aveva le carte in regola per rappresentare un esempio di svolta ecologica reale. Abbiamo sempre creduto in questa candidatura e sono certo che il titolo di Città Europea dello Sport 2020 sarà un ulteriore volano attrattivo, oltre che motivo per portare i riflettori su un capoluogo del Sud che mette al centro la qualità della vita con azioni concrete di sostenibilità». Occhiuto parteciperà, il prossimo 12 novembre, al Gala dei Premi Aces Europe al Coni di Roma, alla presenza, tra gli altri, del presidente Giovanni Malagò.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto