Murales in curva per ricordare Bergamini – VIDEO

L’opera, finanziata da un imprenditore cosentino, ricorda il calciatore morto nel 1989 in circostanze ancora da chiarire. La sorella Donata: «Il legame con la città non si scioglierà più»

COSENZA Inaugurato stamattina, allo stadio San Vito-Marulla di Cosenza, il murales, finanziato da un imprenditore cosentino, Federico Morabito, dedicato a Denis Bergamini, indimenticato giocatore del Cosenza Calcio. Presenti la sorella del compianto calciatore e anche i suoi compagni di squadra. Il nuovo murales colora la curva sud dello stadio. Si tratta del ritratto di Denis Bergamini, morto in circostanze ancora da chiarire nel novembre del 1989 (la Procura di Castrovillari sta conducendo l’ennesima inchiesta dopo la riesumazione del corpo del calciatore), e anche di un lupo, simbolo della squadra e della tifoseria. I disegni sono stati realizzati da Matteo Zanardi, in collaborazione con la ditta Garritano di Fuscaldo. Donata Bergamini, sorella del bomber, ha premiato con il “Trofeo Bergamini” i ragazzi di Contrada Andreotta di Castrolibero che fecero il primo murales, l’imprenditore Morabito, che lo ha ristrutturato, e anche Alessia Fratto, che ha scritto una canzone dedicata a Denis. «È un regalo bellissimo, – ha detto Donata Bergamini – lavoro nel campo dell’edilizia e apprezzo che siano stati usati i materiali migliori che esistono sul mercato per ridipingere il volto di mio fratello».
«Cosenza è nel nostro cuore, non posso che parlare bene di questa città. La morte di mio fratello – ha detto ancora la sorella del calciatore scomparso – ha mobilitato i giovani cosentini che hanno lottato per fare chiarezza sulla vicenda. Mi hanno accolta a braccia aperte e io penso che sia un legame non si scioglierà più». Infine, l’imprenditore Morabito ha annunciato l’intento di voler promuovere anche un murales raffigurante Gigi Marulla.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto