«La Corte dei conti chiede i soldi a Occhiuto&Co?»

I consiglieri d’opposizione Covelli e Morcavallo chiedono l’accesso agli atti per il procedimento per presunto danno erariale che riguarderebbe l’assunzione di incarichi dello staff dell’ufficio del sindaco e dei dirigenti esterni contrattualizzati

COSENZA «Questa mattina abbiamo presentato una richiesta di accesso agli atti ex art 43 Tuel, concernente il procedimento per presunto danno erariale nei confronti del sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, degli assessori, dei dirigenti e del segretario comunale, relativo all’assunzione di incarichi dello staff dell’ufficio del sindaco e dei dirigenti esterni contrattualizzati». È quanto scrivono, in una nota, il capogruppo del Pd in consiglio comunale Damiano Covelli e il capogruppo della Grande Cosenza Enrico Morcavallo. I due aggiungogno che «già nel lontano 2016, appena eletti consiglieri comunali, avevamo scritto alla Corte dei Conti di Catanzaro per metterla a conoscenza e porre fine agli eccessi di spesa di denaro pubblico posti in essere dall’amministrazione comunale a guida Occhiuto. Se quanto richiesto dovesse essere confermato dalle carte, ci troveremmo davanti ad un gravissimo sperpero di soldi pubblici con ripercussioni sul bilancio comunale e per le tasche dei cosentini».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto