Ospedale di Cosenza, Nardo primario di Chirurgia

Il professore proviene dal Policlinico “Sant’Orsola” di Bologna. È stato nominato direttore del Congresso nazionale della Società italiana di Patologia dell’apparato digerente

COSENZA Il professor Bruno Nardo è il nuovo primario di Chirurgia Generale “Falcone” all’ospedale Annunziata di Cosenza. Lo annuncia una nota della direzione dell’Azienda ospedaliere bruzia. «Proveniente dal Policlinico Universitario Sant’Orsola di Bologna – si legge – Nardo torna nella città dei Bruzi, dove aveva già diretto, tra il 2007 e il 2012, la Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica, inaugurando all’Ospedale dell’Annunziata la stagione dei trapianti di rene. In servizio dal 1° giugno, l’equipe del professor Nardo (composta dai dottori Arcuri, Doni, Picarelli e Stabile) ha eseguito diversi interventi chirurgici, per tumori dell’apparato digerente, alcuni dei quali di alta complessità, in pazienti provenienti da diverse aree della Calabria».
«Di recente, al congresso nazionale congiunto di Chirurgia, che si è svolto pochi giorni fa a Genova – aggiunge la nota – è stata assegnata al professor Nardo l’organizzazione e la presidenza del prossimo Congresso nazionale della Società italiana di Patologia dell’apparato digerente (Sipad) che si svolgerà a Cosenza. Al congresso di Genova, oltre a presentare la sua esperienza di chirurgia mini-invasiva, con il robot da Vinci per il trattamento di un tumore del fegato e con la laparoscopia per un tumore del pancreas, in due giovani pazienti calabresi, ha illustrato una nuova tecnica, da lui ideata, per il prelievo laparoscopico, a circuito chiuso, del grasso omentale, fonte inesauribile di cellule staminali».
«È un nuovo campo di ricerca – ha dichiarato Nardo – per il quale abbiamo avviato una collaborazione scientifica con il Dipartimento di Farmacia, Scienze della Salute e della Nutrizione, dell’ Unical. Si tratta di una ricerca traslazionale, destinata ad aprire nuove strade nella terapia delle insufficienze d’organo e dei tumori per la ottimizzazione della cura dei pazienti».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto