Fondi Lega-Russia, indagato anche l’avvocato cosentino Meranda

Su delega della Procura di Milano la Guardia di finanza ha effettuato delle perquisizioni nei confronti del legale, che era presente all’incontro del Metropol di Mosca assieme a Savoini. Entrambi sono sotto inchiesta per corruzione internazionale

MILANO La Guardia di finanza di Milano, su delega della Procura, sta effettuando perquisizioni anche nei confronti dell’avvocato Gianluca Meranda (foto), il legale di origini cosentine che ha ricevuto contestualmente un avviso di garanzia, ed è quindi indagato, nell’ambito dell’inchiesta per corruzione internazionale sul caso dei presunti fondi russi alla Lega. Alla perquisizione dovrebbe essere presente anche il pm milanese Gaetano Ruta e un esponente dell’ordine degli avvocati di Roma. Meranda (come abbiamo scritto qui) è nato a Cosenza nel 1970, ha uno studio a Roma ed è cofondatore dello studio internazionale Sqlaw. È uno degli italiani che erano presenti all’incontro all’hotel Metropol di Mosca assieme a Gianluca Savoini, uomo vicino alla Lega e presidente dell’associazione Lombardia-Russia, coinvolto nell’inchiesta della Procura di Milano e, proprio come Meranda, indagato per corruzione internazionale.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto