“Uno sguardo al cielo”, a Belmonte osservazioni lunari con Sandra Zavaglio

L’astrofisica cosentina di fama internazionale nel corso della manifestazione “Uno sguardo dal cielo” presenterà il suo ultimo libro. Domenico Graglia suonerà il Theremin, unico strumento che si suona con le mani ma senza il tocco.

BELMONTE CALABRO Si terrà a Belmonte Calabro, venerdì 2 agosto a partire dalle ore 21.30, la serata di osservazione astronomica e divulgazione scientifica “Uno sguardo al cielo”. Promossa dall’amministrazione comunale di Belmonte e dall’Associazione Ambientalista Living Nature, quest’anno giunge alla tredicesima edizione.
Sandra Savaglio è nota nel mondo internazionale dell’astrofisica e conosciuta al pubblico italiano per la copertina che il Time le ha dedicato qualche anno fa. Laureata a Cosenza, partita per gli Stati Uniti e poi una grande carriera che la vede ritornare all’Università della Calabria dove è oggi docente ordinario. Parlerà alla piazza di Belmonte illustrando i contenuti del suo primo libro di divulgazione che è un vero e proprio appassionante viaggio in tutto l’Universo.
Molte le novità di questa tredicesima edizione di “Uno sguardo al cielo” tra le quali la straordinaria partecipazione dell’artista Domenico Graglia e del suo progetto di divulgazione scientifica “The Naked Thereminist”, in occasione del centenario della fabbricazione dello strumento Theremin, (l’unico strumento che si suona con le mani, ma senza tocco) si esibirà con brani musicali e con la spiegazione del suo funzionamento e della sua storia.
Inoltre l’evento vedrà la partecipazione di un’altra grande artista Greta Balometti che si esibirà in spettacolari disegni su temi astronomici fatti con i suggestivi granelli di sabbia.  Durante la serata gli esperti del gruppo Astrofili Giovan Battista Amico saranno a disposizione del pubblico per l’osservazione diretta del cielo di tipo inclusivo (novità) ad occhio nudo e con i telescopi per i grandi e anche per gli amici più piccoli. Si celebreranno nell’occasione i 50 anni dello sbarco sulla Luna. Tra gli altri ci sarà anche il ricordo dei 200 anni dell’Infinito di Leopardi a cura della dottoressa Luciana De Rose. Tanta curiosità con il Papirum Astralis: Astronomia a cura della dott.ssa Angela Zavaglia e Astrologia a cura del dott. Francesco Speciale.  Non mancheranno, prodotti tipici locali con assaggi di vini delle cantine calabresi. «L’evento, come in ogni edizione – dichiara Francesco Veltri, Fisico ed Astrofilo ideatore ed organizzatore dell’iniziativa – è un’occasione per fruire della Scienza in Piazza. Con grande semplicità le persone avranno l’opportunità di cogliere nozioni ed esperienze scientifiche che non appartengono normalmente alla quotidianità, ma che certamente sono utili e affascinanti».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto