«Emergenza sanitaria, tutta colpa di Pd e Cinquestelle»

La coordinatrice di Forza Italia Santelli: «All’Asp di Cosenza sette manager in otto mesi, capaci solo di firmare promozioni prima di lasciare. Il M5S ha occupato il settore e promette nomine, ma intanto medici e pazienti sono abbandonati»

COSENZA «La situazione della sanità calabrese è drammatica e le colpe sono del Partito democratico, che ha nominato manager irresponsabili, e dei Cinquestelle che, due mesi dopo l’occupazione militare del settore, non hanno fatto niente». Lo afferma Jole Santelli, parlamentare e coordinatrice regionale di Forza Italia Calabria.
«Basti pensare – scrive Santelli – all’Asp di Cosenza, dove si sono avvicendati 7 manager in 8 mesi, capaci solo di predisporre delibere di promozione l’ultimo giorno del loro mandato. Dove sono i manager indicati dal Governo dopo l’approvazione del disastroso decreto Calabria?».
«Medici e pazienti sono abbandonati a loro stessi – dice Santelli – mentre va in onda un gioco di potere senza precedenti.
Hanno annunciato l’arrivo dei nuovi manager da due mesi ma non riescono a mettere ordine in nessun modo. Bisognava affrontare l’emergenza estiva con nuovi medici ma non è arrivata nessuna novità. Siamo precipitati ulteriormente – conclude Santelli – grazie alle scelte assurde compiute prima dalla giunta Oliverio e poi dalle negligenze dei Cinquestelle».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto