Controlli estivi della Polizia a Cosenza, furti in casa diminuiti del 50%

Il questore Petrocca ha reso noti i dati delle attività condotte tra giugno e settembre: 41 arresti. Ma non manca la beneficenza

COSENZA C’è anche un pericoloso latitante nei 41 arrestati dalla Polizia nel periodo estivo. Ma oltre ai fermi, gli agenti dei commissariati presenti sul territorio provinciale di Cosenza hanno denunciato anche 185 persone, recuperato e sequestrato 11 fucili con 4 pistole e 7 armi da taglio e requisito più di 2 chili di sostanze stupefacenti. L’ultimo intervento, in ordine di tempo, la scoperta di un tir pieno zeppo di marjuana. «Sono tutte attività – spiega il questore Giovanna Petrocca –frutto di controllo del territorio. I nostri agenti sono stati presenti sul territorio tenendo fede in maniera ineccepibile al nostro motto. E la cittadinanza se n’è resa conto visto che, in molti, incontrandomi per strada mi hanno ringraziato». Il questore, insieme ai dirigenti Giovanni Spina, Domenico Lanzaro, Mario Lanzaro e Roberta Martire, ha reso noti i dati del progetto “Il blu…nell’estate”. Un’organizzazione efficace ed efficiente che ha permesso di controllare 24mila 950 persone 3 delle quali sono state espulse, oltre che 22mila 182 veicoli riuscendo ad accertare 6mila 278 infrazioni al codice della strada per un totale di 249 patenti ritirate e 84 veicoli sequestrati. «È stata sicuramente un’estate impegnativa, ma i risultati sono stati oltremodo soddisfacenti – ha dichiarato Petrocca –. Attuando il progetto “Il blu…nell’estate” siamo riusciti ad impiegare un numero di agenti maggiori rispetto al passato». E i furti nelle abitazioni sono diminuiti del 50%. «Questo è l’unico paragone che intendo fare – ha continuato il questore – ci tengo molto perché su questi aspetti i cittadini percepiscono la presenza delle forze dell’ordine». Adesso, si ricomincerà con le attività autunnali, in primis quelle con le scuole. «Abbiamo una serie di attività che portiamo avanti da diverso tempo e che sono dei pilastri della Polizia di Stato. Oltre a questo, non ci fermeremo con le attività antidroga negli istituti scolastici». Spazio però anche per le attività di beneficenza. Il 29 settembre, in onore dei festeggiamenti di San Michele Arcangelo, dopo la santa messa nella cattedrale di Cosenza, gli uffici della questura hanno organizzato in collaborazione con Ail lo spettacolo “Jesus Christ super star”, madrina d’eccezione Rita Dalla Chiesa. Tutti i proventi saranno devoluti alla ricerca per la lotta alla leucemia infantile (mipr)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto