Delitto “Bella bella”, condannato Franco Presta

Gli anni di isolamento diurno diventano due, l’imputato è stato giudicato in continuazione dell’ergastolo che sta scontando per l’omicidio di Antonio Sena

COSENZA La Corte d’Assise del Tribunale di Cosenza (presieduta dal giudice Paola Lucente con a latere la collega Francesca De Vuono) ha inflitto un anno e mezzo di isolamento diurno nei confronti di Franco Presta. Gli anni di l’isolamento diurno per Presta aumentano a due anni, in quanto il tribunale ha inflitto la pena in continuazione dell’ergastolo e isolamento diurno per sei mesi rimediato dall’imputato giudicato colpevole per l’omicidio di Antonio Sena. Con questo verdetto terminano le udienze stralcio del processo riguardante l’omicidio di Francesco Bruni alias “Bella Bella”, esponente di spicco della criminalità organizzata cosentina. Presta, già condannato all’ergastolo e detenuto nel carcere di Sassari, è stato ritenuto esecutore dell’omicidio avvenuto a Cosenza il 29 luglio del 1999. Francesco Bruni, è stato freddato all’uscita del carcere di via Popilia, dove era recluso in regime di semilibertà. Come hanno ricordato anche da diversi collaboratori di giustizia nel corso del processo, venne ucciso per bloccare la sua ascesa criminale. (mi.pr)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto