Asp di Cosenza, l’Ordine dei medici: «Saitta senza esperienza»

Il presidente Corcioni scrive (prima) a Cotticelli e (poi) al premier Conte. «Si rendano pubbliche la valutazioni che hanno portato alla scelta»

COSENZA La nomina di Daniela Saitta a commissario straordinario dell’Asp di Cosenza non piace a una parte del M5S (qui le rimostranze di Dalila Nesci e Francesco Sapia) e neppure all’ordine dei medici del capoluogo bruzio. Il presidente dell’Ordine Eugenio Corcioni ha scritto ben due lettere nelle quali chiede conto della scelta della docente universitaria. La prima indirizzata al commissario al Piano di rientro Saverio Cotticelli, la seconda (dopo il silenzio seguito alla prima nota) al premier Giuseppe Conte. Per Corcioni, Saitta «sembrerebbe non possedere alcuna competenza ed esperienza specifica in materia di organizzazione sanitaria e neanche in gestione di aziende, come invece previsto dalla normativa di riferimento». Per questa ragione, il presidente dell’Ordine chiede («per tranquillizzare i medici e i cittadini cosentini») che si rendano «pubbliche le valutazioni che hanno indotto il commissario “a individuare proprio la dottoressa Saitta quale nuovo manager dell’Asp di Cosenza, tra i tanti che pure avevano manifestato la loro disponibilità ad assumere l’incarico e che, ci risulta, erano e sono in possesso di curriculum vitae almeno pari a quello della dottoressa Saitta e, certamente, in molti casi, in possesso anche di quelle esperienze specifiche richieste dalla legge, che ribadiamo, dalle segnalazioni che continuano a pervenirci, non sarebbero invece possedute» dalla manager nominata.
La nota inviata da Corcioni a Cotticelli «è rimasta priva di riscontro», mentre la concertazione tra il Commissario e la Regione «non ha avuto esito positivo, poiché nessun accordo è stato raggiunto sul nome della dottoressa Saitta», dunque «la responsabilità della nomina rimane tutta in capo al Consiglio dei ministri, che dovrà ora procedere, con proprio decreto, all’individuazione e nomina del manager». Per questo Corcioni cambia il destinatario della propria comunicazione. E spera in una risposta, dopo il silenzio di Cotticelli.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto