L’ististuto Todaro di Rende premiato con la “Bandiera Verde Agricoltura”

Gli studenti sono stati premiati a Roma nella sala Promoteca del Campidoglio durante la 18esima edizione della manifestazione promossa dal

COSENZA L’istituto di istruzione secondaria superiore Todaro di Rende è stato premiato con la “Bandiera Verde Agricoltura”. Gli studenti sono stati premiati a Roma, nella sala Promoteca del Campidoglio nel corso della 18esima edizione dell’iniziativa promossa dalla Cia –Agricoltori italiani attraverso la quale si intendono premiare oltre alle aziende agricole agli enti locali e alle associazioni anche i comuni, le scuole le personalità che si sono particolarmente distinte nelle azioni e i progetti didattici di welfare relativi ad una migliore conoscenza del mondo agricolo, alla tutela dell’ambiente, della storia e dell’economia delle aree rurali. Alla scuola dell’area urbana di Cosenza è stata consegnata la bandiera esclusiva, oltre alla possibilità di utilizzare il marchio di bandiera verde dell’agricoltura. Il comitato esaminatore ha assegnato all’unanimità il riconoscimento alla scuola cosentina. «Il premio Bandiera verde 2019 riconosciuto alla nostra scuola è un qualcosa di molto gratificante perché ci premia per le attività teorico-pratiche svolte nell’azienda agraria del Todaro – spiega il professore Alessandro Veneziano -. La coltivazione di grani antichi, essenze ortive antiche calabresi come aglio rosso della Valle dell’Esaro e cavolo nero calabrese a rischio di erosione genetica, e il mantenimento delle varietà viti-vinicole, olivicola e frutticole come il vecchio impianto della pesca piatta “Tabaccheria”, un corso di apicoltura, l’utilizzo di compost fornitoci da una azienda locale che si occupa di riciclo e bio-compostaggio, ci hanno permesso di distinguerci a livello nazionale e giustificare questa premiazione come unica scuola presente insieme ad altre aziende agricole provenienti da tutta Italia e dal bacino del mediterraneo, anch’esse distintesi nello loro relativi campi di applicazione. Ci fa onore tutto questo e ci permette di proseguire con maggiore entusiasmo ed impegno per il futuro della scuola e dei nostri studenti». Soddisfatta anche la dirigente dell’istituto, Concetta Nicoletti che appena ricevuta lo notizia della vittoria del premio si è complimentata con lo staff  dichiarandosi onorata di dirigere una scuola a cui sono stati nel tempo conferiti numerosi e importanti premi anche nell’indirizzo alberghiero. A brillare non è stata solo una stella calabrese. Durante la manifestazione è stato premiato anche il film “Aspromonte” di Mimmo Calopresti, con l’attore Marcello Fonte prodotto da Fulvio Lucisano attualmente in proiezione nelle sale cinematografiche.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto