Rende, “Castiglia” e “Staccione” due storie operaie a confronto

Sono i protagonisti dei libri scritti dai giornalisti Alfredo Sprovieri e Francesco Veltri. Le loro storie saranno messe a confronto nel dibattito organizzato dal comune

COSENZA  Dalla Calabria al mondo e ritorno. Due storie che hanno incontrato l’interesse della comunità letteraria internazionale si confronteranno in un’originale dibattito che si terrà, da un’idea del’amministrazione comunale di Rende, venerdì 6 dicembre alle 18 nella sala Tokio del Museo del Presente. Si tratta delle vicende di Libero Giancarlo Castiglia e di Vittorio Staccione, raccontate rispettivamente dagli autori cosentini Alfredo Sprovieri e Francesco Veltri nei successi letterari: “Joca, il Che dimenticato” (Mimesis) e “Il mediano di Mathausen” (Diarkos). Castiglia detto “Joca” è stato un emigrato calabrese che ha guidato la ribellione al regime in Brasile, mentre Staccione un centrocampista che ha chiuso la sua carriera nel Cosenza Calcio prima di finire deportato nel famigerato campo di concentramento nazista. Due storie operaie, accomunate dalla tempra di due eroi brutalmente uccisi e poi dimenticati per decenni, prima di venir riportati alla luce dalle ricerche dei due giornalisti del sito d’inchiesta Mmasciata.it. «Abbiamo accolto con entusiasmo l’idea dell’amministrazione rendese perché è ora che queste storie diventino finalmente patrimonio della comunità calabrese, più che mai bisognosa di esempi di coraggio in cui riconoscersi”, hanno dichiarato in una nota congiunta i due autori che domani a Rende incroceranno i propri tour promozionali che in queste settimane li hanno visti impegnati nelle principali città del Centro-Nord». Dopo i saluti istituzionali del sindaco Marcello Manna e dell’assessore Marta Petrusevic, con loro dialogheranno il ricercatore Francesco Campolongo e il giornalista Eliseno Sposato. Modera l’incontro la giornalista Simona De Maria







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto