Coronavirus, Pillon: «Lascio il Cosenza per stare vicino alla mia famiglia»

Rescissione consensuale tra l’allenatore e la società: «Trasferte fino a Treviso difficili per questa situazione che vive l’Italia»

COSENZA La società Cosenza Calcio, squadra che milita in serie B, comunica la risoluzione consensuale del contratto con l’allenatore Bepi Pillon, anche a causa dell’emergenza sanitaria coronavirus. «La società – si legge in una nota – rivolge al tecnico i più sentiti ringraziamenti per l’impegno, la professionalità e la dedizione profusi nel corso dell’esperienza sulla panchina rossoblù. La squadra viene momentaneamente affidata all’allenatore in seconda Roberto Occhiuzzi». «Dopo un’attenta riflessione e un confronto diretto con la società Cosenza calcio – ha detto Pillon – in maniera consensuale, abbiamo deciso di interrompere il nostro rapporto di lavoro. In questo periodo di difficoltà per l’Italia, il mio pensiero e la mia preoccupazione è rivolta alla salute mia, della mia famiglia ma anche a quella di tutti gli italiani. Questo ovviamente ha portato a fare delle scelte, non dettate dalla mia passione per il calcio o dalla mia dedizione al lavoro, ma guidate dal buon senso e dalle problematiche che stiamo affrontando qui in Veneto. Risulterebbe, inoltre, ingestibile la distanza Treviso – Cosenza – ha detto ancora Pillon – data la situazione attuale che l’Italia sta attraversando. Ringrazio la società, lo staff, i giocatori e tutte quelle persone che collaborano con il Cosenza calcio per la disponibilità nei miei confronti. Auguro a loro e a tutti i tifosi del Cosenza le migliori fortune».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto