Il colosso cinese Sunra dona 3 scooter elettrici alla città di Cosenza – VIDEO

I mezzi saranno utilizzati dal personale della polizia municipale per il pattugliamento delle strade cittadine. «La mobilità elettrica non è il futuro della mobilità. Ne è l’indispensabile presente»

COSENZA A Cosenza hanno deciso di rimanere a vivere e lavorare e da Cosenza vogliono lanciare i prodotti griffati Sunra in tutta Italia. Il colosso cinese nella produzione di veicoli elettrici che da un anno e mezzo opera anche a Rende ha donato alla città dei Bruzi 3 scooter elettrici modello Hawk. Si tratta di mezzi su due ruote con una guida agevole che saranno dati in dotazione al parco macchine della polizia municipale che li utilizzerà per i pattugliamenti di strada. Come spiegato nel corso di un incontro che si è tenuto al municipio dall’ingegnere Emanuele Ciano: «Oltre ai mezzi, al comune di Cosenza forniamo anche un set di batterie in modo tale da avere i mezzi funzionanti ogni qualvolta ce ne sia bisogno». I giovani professionisti che fanno parte del gruppo calabrese della Sunra, parlano di veicoli elettrici come filosofia alla quale i cittadini devono convertirsi per poter rendere l’aria delle città più salubri e di conseguenza meno inquinate.
Una storia, quella dei “magnifici quattro” giovani dirigenti di Sunra Italia che parte da lontano. Da un progetto Erasmus, il progetto “Marco Polo”, che uno studente cinese, Max Chen Lizhou, venne, 11 anni fa, a seguire all’Istituto tecnico commerciale, “Vincenzo Cosentino” di Rende. Max subì la fascinazione della nostra città decidendo di stabilirvisi definitivamente. Quel ragazzo è oggi il Ceo di Sunra EV Italia e dopo un attento lavoro di analisi ha deciso di fare impresa a Cosenza, dove esistono tutte le condizioni per poter parlare in termini di green e smart city. Attorno al progetto di Max Chen Lizhou si sono poi riunite le altre tre anime della sede italiana della multinazionale cinese, giovani dirigenti, tutti cosentini. Confessa di aver avuto sempre un sogno nel cassetto Max, quello di costruire un mondo che si candida a diventare un paradiso ecologico. «Ritengo – ha detto il Ceo di Sunra Italia in apertura di conferenza – che la città di Cosenza, sia un ottimo esempio di un perfetto sviluppo ecosostenibile per aver puntato decisamente verso la green city. L’uso dei veicoli elettrici – ha aggiunto Max Chen Lizhou – è un obiettivo molto importante e Cosenza spero possa essere il trampolino di lancio come prima città calabrese a dare avvio a tutto questo. Sono qui oggi per dare il mio contributo alla città che saprà dimostrare che vuole e può essere una vera green city». «Sono felice – ha poi detto il Sindaco Mario Occhiuto – di vedere nostri concittadini, persone del nostro territorio che da giovani si impegnano in queste nuove attività che ormai costiuiscono il futuro, non solo da un punto di vista ambientale, ma anche produttivo. Tutte le risorse anche europee dei prossimi programmi – ha aggiunto il Sindaco – sono tutte orientate verso la costruzione di un pianeta che sia più attento alle tematiche ambientali. Abbiamo l’esigenza primaria di vivere in un ambiente più qualificato. Le città sono il luogo più straordinario, ma devono essere anche quello meno inquinato. Nell’ultimo secolo – ha aggiunto Occhiuto – abbiamo subito delle grandi involuzioni culturali. E negli anni ’70, in modo particolare, abbiamo costruito città con grandi autostrade del traffico che le attraversano e che creano congestione urbana e inquinamento ambientale. Sempre in quegli anni sono state costruite città con quartieri periferici, con case popolari identiche nella tipologia e prive di identità. Le città devono riflettere, invece, lo stile di vita legato al benessere e alla salute. Le persone vivono più a lungo, ma gli ultimi anni della vita devono essere di qualità superiore. Le persone devono praticare attività fisica all’aperto, potersi muovere, camminare per prevenire le malattie cardiovascolari od oncologiche. Noi in questo abbiamo precorso i tempi, investendo proprio in questo settore. A Cosenza – ha detto ancora il Sindaco – abbiamo realizzato una ciclopolitana che sarà completata a giorni e che non è come quella di Milano o Roma, ma una ciclopolitana in sicurezza con i cordoli. Stimoliamo sempre le persone a fare attività fisica, ad andare in bici, a camminare a piedi e invitiamo i cittadini a privilegiare, per gli spostamenti di servizio e di lavoro, i mezzi elettrici. Daremo gli scooter di Sunra agli agenti della polizia municipale che adesso potranno contare su questi nuovi mezzi, oltre alle bici e alle bici a pedalata assistita. Stiamo – ha concluso Occhiuto – per completare il Parco del Benessere, che non avrà più le auto, ma le piste ciclabili, i percorsi pedonali, i campi di strada per l’attività ludico-sportiva dove troveranno posto impianti per la pratica del padel tennis, del calcio a cinque, del beach volley e del basket, che affiancheranno i giardini tematici e i percorsi benessere per le persone avanti con l’età, ma anche per i bambini, con le aree attrezzate con i rivestimenti anti trauma. Un Parco non da intendere come un mondo chiuso, ma un parco all’interno della città”. E al termine, prima di salire sul prototipo dello scooter Hawk di Sunra Italia, ha ringraziato i giovani dirigenti dell’azienda per il contributo culturale apportato in termini di formazione della coscienza civica dei cittadini verso l’idea della città green». Soddisfazione per la donazione dell’azienda al Comune è stata espressa anche dal Presidente della Commissione consiliare trasporti Gisberto Spadafora. «Noi accogliamo con particolare piacere questa donazione – ha detto Spadafora – perché è in linea con la politica ambientale messa in piedi con forza dall’Amministrazione comunale e in particolare dal Sindaco Occhiuto. Una politica che ci ha fatto scalare i primi posti delle classifiche nazionali come green city e che ha fatto sì che Cosenza ricevesse riconoscimenti anche nell’ambito della Fiera “Ecomondo” di Rimini come una delle città più vivibili grazie alle sue best practices. Azzeccata la vostra intuizione di partire da Cosenza – ha detto inoltre Gisberto Spadafora rivolgendosi ai giovani dirigenti di Sunra Italia – per quello che è stato fatto in questi anni». L’attenzione riservata ai veicoli elettrici dopo la catastrofica emergenza sanitaria ha raggiunto proporzioni prima inimmaginabili. «Le strategie commerciali che il team di Sunra Italia avrebbe voluto seguire – ha poi spiegato Maurizio Ciano, direttore commerciale della sede italiana della multinazionale cinese – hanno subìto una forte conversione a causa dell’emergenza Covid. Siamo un gruppo molto affiatato, dove non esistono gerarchie, sostituite da una condivisione continua di idee. Il settore nel quale operiamo – ha proseguito Maurizio Ciano – rappresenta una concezione futuristica di interpretare la vita quotidiana ma, ad oggi, non presenta storicità. Ecco perché le nostre azioni sono frutto di un’attenta analisi dell’andamento del mercato degli ultimi anni. Il nostro auspicio è quello di far passare un messaggio più incisivo che la città sia in grado di recepire e non solo finalizzato alla vendita vera e propria dei prodotti». Mostra di avere le idee molto chiare Mario Paolini, altra giovane figura dirigenziale di Sunra Italia. «La mobilità elettrica – ha sottolineato in conferenza stampa Paolini -non è il futuro della mobilità. Ne è l’indispensabile presente. Partendo da questo assunto, SunRa vuole porsi come principale interlocutore sul territorio in tema di mobilità ecosostenibile ed ha scelto di partire proprio da Cosenza, perché è la città in cui tutti noi viviamo e che amiamo, ma, soprattutto, perché è una città che si è dimostrata terreno estremamente fertile per lo sviluppo della circolazione eco-friendly, grazie alla realizzazione di numerose infrastrutture da destinare a questo tipo di mobilità. La donazione di oggi, pertanto, suona – ha aggiunto Mario Paolini – come una dichiarazione d’intenti: SunRa si pone come obiettivo quello di far germogliare questo terreno, sensibilizzando e mettendo a disposizione della città di Cosenza – a partire proprio dalla stessa pubblica amministrazione, con la quale auspichiamo di poter collaborare assiduamente in futuro – i propri veicoli elettrici. Il nostro augurio è anche e soprattutto quello di riuscire a diffondere ed instillare la cultura di una mobilità sempre più green, ad impatto zero, economica ed ecologica».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto